Moving Day: traslocare non è sempre uno spasso – La recensione di iPhoneItalia

14 Aprile 2011 di Ebe Buzzi

Con Moving Day sono partita carica di entusiasmo: perchè il gioco è senza dubbio originale nelle premesse, e tecnicamente ben fatto. Non posso dire di essere rimasta del tutto delusa ma una cosa è certa: Moving Day poteva essere molto di più.

Le premesse del gioco sono semplici: Alfie, il proatgonista, conduce un’agenzia di traslochi. Peccato che il suo assistente che guida il furgone sia abbastanza fesso, ed ogni volta parta lasciando indietro non solo il titolare, ma anche quintali di oggetti. E siccome Alfie è un precisino, si mette a corrergli dietro con pattini a rotelle, bilanciando valigie e scatoloni sopra la sua testa e cercando di raccogliere tutte le cose che scivolano fuori dal camion in movimento.

Per controllare la direzione in cui simuove Alfie si trascina un dito sullo schermo, mentre la sua velocità è regolata dall’inclinazione del dispositivo. Se è vero che questo sistema è decisamente divertente, bisogna anche riconoscere che non sempre è precisissimo ed è una vera fortuna che il gioco sia abbastanza tollerante: Alfie non pare capace di manovre millimetriche, ma per fortuna non avrete mai bisogno di farle!

Per arrivare in fondo al quadro basta cercare di evitare gli ostacoli di vario tipo disposti in giro. Alcuni non sono più di tanto dannosi: le foglie secche, per esempio, rallentano; le macchie d’olio… bhe è facile immaginare cosa facciano! Altri invece, come i sacchi dei rifiuti o i bidoni, fanno cadere Alfie, facendogli perdere una vita. Proseguendo nel gioco entrano in scena ostacoli mobili, come i gatti, che vi attraversano la strada, o i cani, che vi inseguono e da cui si deve scappare accelerando. Nel frattempo, occorre anche prestare un occhio di attenzione agli oggetti da recuperare, che non sempre sono visibilissimi, e tantomeno facili da prendere!

Prima di partire però, c’è una fase di preparazione: il giocatore ha a disposizione una manciata di secondi, durante i quali deve posizionare gli oggetti sulla testa di Alfie. E qui arriva la delusione. L’idea dei pesi da bilanciare era dannatamente buona, e poteva rendere Moving Day qualcosa di davvero nuovo, ma è un vero peccato che nel gioco non venga mai minimamente tenuta in considerazione. Quando Alfie parte, gli oggetti sulla sua testa sono li, fermi, più o meno dimenticati: il modo in cui vengono disposti non influisce minimamente sulla dinamica del personaggio, e tantomeno sulla manovrabilità.

L’unico caso in cui gli oggetti tornano ad essere presi in considerazione è quando Alfie cade. In questo caso, oltre a perdere una vita, vengono dati al giocatore pochi secondi (meno che all’inizio della partita!) per risistemare gli oggetti sulla sua testa prima di ripartire. Queste pause risultano quasi esclusivamente frustranti, e non aggiungono molto al gioco: Moving Day è fondamentalmente un “simulatore di guida” anomalo nell’ambientazione, ma senza nulla di diverso dal solito. Ed è un vero peccato perchè la presenza dei pesi poteva renderlo un gioco davvero originale.

Con 24 livelli suddivisi in tre strade di crescente difficoltà, Moving Day non è esattamente un gioco lungo da portare a termine. Certo, la presenza di GameCenter ed OpenFeint, con una serie di achievements e la possibilità di confrontare i punteggi, ne aumenta un po’ la longevità, anche se Moving Day non è il tipo di gioco per cui perdere le notti alla ricerca di un nuovo record: non è abbastanza preciso nei controlli, e non offre abbastanza complessità nel gameplay per questo.

Il livello di produzione di Moving Day è decisamente elevato: la grafica è ben fatta, anche se non particolarmente curata, le musiche curate, le animazioni fluide… eppure è difficile appassionarsi ad un gioco che risulta, in ultima analisi, molto superficiale e decisamente privo di varietà e ricchezza. La sua semplicità lo rende adatto a tutta la famiglia, è vero, ma oltre a qualche partita veloce, Moving Day non riesce ad offrire molto ad un giocatore incallito.

Moving Day è disponibile su App Store a 0,79 €

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.