Banzai Blowfish!, la recensione di iPhoneItalia

Se c’è un gioco che sull’iPhone ha avuto successo, è Angry Birds. Il successo di questo gioco è stato tale da generare un’onda d’urto di assurdi gadget (dai lego ai peluche, passando per l’imminente serie tv!), oltre ad una schiera di cloni più o meno riusciti. E ad un primo sguardo Banzai Blowfish! è esattamente questo: il classico physics puzzle “angribirdoso”, con un’analoga grafica carina e un protagonista sferico ed appartenente al regno animale.



In realtà Banzai Blowfish! segue una meccanica un po’ diversa. Il giocatore controlla un pesce palla dalla faccia parecchio irata che va a salvare altri pesci palla imprigionati dentro gabbie di bambù. Lo scopo del gioco è urtare queste gabbie con il proprio pesce giallo e mandarle in pezzi. Il problema è che il pesce palla in questione è un pesce fuor d’acqua, nel senso letterale del termine: non si muove, non nuota, non fa assolutamente nulla. E viene controllato in maniera completamente indiretta, azionando una serie di molle, piattaforme e braccia rotanti di bambù, che lo muovono per lo schermo come una pallina del flipper.

Per manovrare la nostra palla incazzata nello schermo, dribblando gli ostacoli e facendola cadere dove serve per proseguire, occorre una certa dose di tempismo, che è in effetti l’elemento più originale e caratterizzante del gioco. Banzai Blowfish! è un puzzle anomalo: non basta trovare il percorso giusto, c’è anche notevole componente platform che lo rende un piccolo “puzzle d’azione”, un esperimento abbastanza interessante e originale nel suo genere.

Peccato che spesso e volentieri controllare il pesce palla è un’operazione che vi farà venir voglia di tirare il vostro iCoso in aria, riprenderlo al volo, calciarlo con rabbia verso una superficie e finirlo con una serie di fatality in pieno stile Mortal Kombat: i controlli delle piattaforme non sono sempre accuratissimi e a volte sono relegati a pulsantini microscopici che vanno centrati al volo. Tutto questo mentre il maledetto pesce rotola, inspiegabilmente, in una direzione piuttosto che in un’altra, secondo una fisica che pare dotata di libero arbitrio. Insomma, spesso succede quello che in giochi di questo tipo non dovrebbe succedere e ci si ritrova a replicare un livello diverse volte in attesa del colpo di fortuna che sblocchi la situazione.

In realtà è un peccato, perchè Banzai Blowfish! ha dalla sua una bella grafica, con dei mondi ben caratterizzati e una serie di animazioni ben fatte ed un gameplay abbastanza originale ed intrigante. Per renderlo un gioco da prendere al volo manca solo qualche rifinitura, soprattutto ai controlli e alla fisica del pesce: allo stato attuale resta comunque un gioco molto interessante, per gli amanti di questo genere, dove un po’ troppo è lasciato al caso.

Siete curiosi? Bhe, allora vi consiglio una visita al sito dello sviluppatore, Red Piston, che oltre ad essere molto carino contiene anche un bel video. Se invece vi ho convinti, andate subito su iTunes e scaricatelo, dopo tutto costa solo 0,79 €

Applicazioni App Store