Applicazioni mediche professionali: iPhoneItalia e Mobimed lanciano una nuova rubrica per iPhone ed iPad

Parte oggi una nuova iniziativa targata iPhoneItalia e realizzata in collaborazione con il portale mobimed.it, punto di riferimento per tutti coloro che lavorano nel campo medico e desiderano essere informati sulle applicazioni per iPhone, iPad e non solo. Periodicamente pubblicheremo su iPhoneItalia recensioni complete e dettagliate sui migliori programmi medici presenti su App Store, sia per iPhone che per iPad, al fine di informare una categoria di utenza, quella di coloro che studiano e lavorano nel campo medico, che sempre più ha la necessità di utilizzare gli iDevice come strumenti di aiuto nel lavoro quotidiano. Le recensioni saranno scritte direttamente da mobimed.it. Oggi iniziamo parlando dell’applicazione PubMed Clip.

Chi studia o lavora nel campo medico conosce l’importanza di PubMed. il database bibliografico della National Library of Medicine contenente informazioni sulla letteratura scientifica biomedica dal 1949 ad oggi, con oltre 18 milioni di riferimenti bibliografici derivati da oltre 5000 periodici e riviste biomediche.

La ricerca di un articolo può partire dal sito ufficiale Pubmed (http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed) oppure direttamente dall’iPhone o dall’iPad attaverso una delle apps dedicate che troviamo su App Store: tra quelle provate forse la più completa è PubMed Clip, recentemente sviluppata dai giapponesi di Groupnet. 

PubMed Clip si distingue dalle concorrenti per una grafica molto curata e un’interfaccia pulita e funzionale. Lanciata l’applicazione si può accedere a due sezioni: “PubMed” e “Library”. La prima, “PubMed”, serve per la ricerca vera e propria che può essere  semplice o avanzata; quest’ultima permette di impostare una serie di condizioni sulle parole chiave (es: autore, rivista, ISBN, MeSH, titolo, volume etc..) o di limiti (lingua, specialità, tipo di articolo, date etc…) per ottenere un risultato più dettagliato e mirato della ricerca.

Una volta restituiti i risultati, nei singoli articoli troviamo queste informazioni: ID PubMed, titolo, data di pubblicazione, giornale, autori, istituto, abstract NCBI e DOI; quest’ultime due voci identificano i link per accedere rispettivamente alla relativa pagina su PubMed e all’articolo full text sul sito del giornale. Per poter scaricare il PDF full text è di solito richiesto un abbonamento; se abbiamo però accesso alla biblioteca universitaria o ospedaliera è possibile impostare l’EZ Proxy che abilita la consultazione dei testi elettronici al di fuori della propria Università o Istituto.


I singoli risultati possono essere salvati in modo ordinato nella sezione “Library” creando apposite cartelle contenenti voci affini tra loro; gli articoli salvati in locale possono essere consultati anche con una ricerca per autore o rivista.

E’ supportata la condivisione via Twitter, Facebook o Evernote e l’invio via email del singolo articolo. La sezione “History” ricorda le ultime ricerche eseguite.


PubMed CLIP è un’applicazione universale cioè ottimizzata nativamente per iPad: l’impaginazione dei risultati sul grande schermo del tablet agevola la lettura delle informazioni, in particolare quella dei PDF full text che si possono ingrandire e scorrere con le abituali gesture delle dita.

Nella sezione “Setting” possiamo definire i nostri account di condivisione sui social network, l’indirizzo email al quale inviare gli articoli e abilitare la funzione EZ Proxy.


PubMed CLIP, pur molto ricca di funzioni, è comunque passibile di alcuni piccoli miglioramenti: manca per esempio il supporto ad AirPrint per la stampa diretta e la possibilità di inviare gli articoli di una cartella (e non solo il singolo articolo) via email; complessivamente è però un’ottima applicazione per consultare PubMed in mobilità.

Applicazione universale (iPhone, iPod Touch e iPad). Disponibile a 2,39 € su AppStore a questo link.

Applicazioni App Store