Vaccinometro e Meteoinfluenza: due applicazioni ufficiali del Ministero della Salute!

03 febbraio 2012 di Enrico Ferro

Il Ministero della Salute, evidentemente riconoscendo grande importanza al problema dell’influenza, ha recentemente avviato un’apposita campagna informativa e di sensibilizzazione che prevede, tra i mezzi d’attuazione, anche il ricorso ai dispositivi mobili e, per quanto ci interessa, ad iPhone. In questi giorni, infatti, sono state rilasciate su App Store ben due applicazioni ufficiali di cui vi parliamo in questo articolo affinché chi ne abbia interesse possa conoscerne l’esistenza e le caratteristiche ed eventualmente decidere se ricorrervi o meno. Dopo il salto maggiori dettagli.

Prima di passare alla descrizione di ciascuna delle due applicazioni gratuite, cominciamo subito col dire qual è, nell’intento del Ministero della Salute, l’utilità che Vaccinometro e Meteoinfluenza intendono offrire agli utenti iOS.

Ebbene, Vaccinometro si propone quale strumento di agevole utilizzo progettato per consentire al cittadino di capire con pochi passaggi se, per la sua peculiare situazione di salute, è raccomandato il ricorso al vaccino anti influenzale, sì da attuare una efficace prevenzione farmacologica, ovvero se sono previste altre raccomandazioni tali da intraprendere, comunque, una prevenzione, seppure senza ricorrere ai farmaci.

Meteoinfluenza, invece, è realizzata per consentire ai cittadini italiani di conoscere “il Calendario dell’Influenza” e di sapere se e quando il rischio di contrarre il virus è più o meno alto. Ciò per far sì che l’utente possa pianificare con tranquillità i propri impegni facendoli coincidere con periodi caratterizzati da minor rischio.

Vediamo separatamente le due apps, cominciando da Vaccinometro, disponibile gratuitamente su App Store.

Una volta lanciata l’app, nella schermata iniziale bisognerà premere sull’apposito pulsante “Si/No” per entrare nel vivo dell’applicazione. Sarà infatti caricata una vista tramite la quale l’utente dovrebbe poter fruire delle indicazioni per comprendere se, nel suo caso, sia preferibile ricorrere alla vaccinazione o meno. A tal fine, le informazioni sono filtrate secondo le seguenti categorie:

  • Adulti con età pari o superiore a 65 anni;
  • Persone con età da 6 mesi a 65 anni : – con patologie; – senza patologie;
  • Bambini e adolescenti in trattamento a lungo termine con acido acetilsalicilico a rischio sindrome di Reye in caso di infezione influenzale;
  • Donne in gravidanza che all’inizio della stagione influenzale: – si trovano nel 2° e 3° trimestre di gravidanza; – non si trovano nel 2° e 3° trimestre di gravidanza;
  • Ricoverati lungodegenti;
  • Familiari a contatto con soggetti a rischio;
  • Medici e Addetti a servizi di primario interesse collettivo e categorie di lavoratori;
  • Persone per motivi di lavoro a contatto con animali potenzialmente fonte di infezione da virus influenzali non umani.

Come si deduce da quanto sopra, sono state individuate categorie praticamente per ciascun individuo che potrà agevolmente individuare quella di proprio interesse. Fatta questa “scrematura” iniziale, per accedere alle raccomandazioni inerenti la propria situazione, occorrerà cliccare sulla categoria di appartenenza. Sarà quindi aperta una nuova vista nella quale saranno presenti altre sottocategorie: ad esempio, selezionata la categoria “Persone con età da 6 mesi a 65 anni con patologie” l’utente dovrà selezionare tra le varie patologie indicate quella che lo riguarda. Verrà subito aperta l’ultima vista nella quale viene specificato se il ricorso alla vaccinazione è consigliato o meno ed in caso positivo è anche possibile accedere ad un’apposita pagina che spiega come fare nonché ad un’altra che spiega per chi la vaccinazione è gratuita.

Insomma, come indicato nella descrizione ufficiale ed a costo zero, con pochi clic l’utente potrà realmente assumere importanti informazioni riguardo la vaccinazione anti influenzale. Unica pecca che proprio non ci saremmo aspettati in un’applicazione ufficiale del Ministero della Salute, è la presenza di qualche errore grammaticale nella descrizione della funzione dell’app.

Chi fosse interessato può scaricare l’app direttamente da questo link!

Passiamo adesso a Meteoinfluenza, anch’essa disponibile gratuitamente su App Store.

Lanciata l’app ci troveremo davanti ad una interfaccia grafica analoga a quella di “Vaccinometro”. Dovremo innanzitutto cliccare sul pulsante “Calcola” presente in home page. Verrà quindi aperta un’altra vista nella quale occorrerà selezionare, tra i vari presenti,  il periodo di nostro interesse per accedere alla pagina finale nella quale sarà indicato se il rischio di influenza risulta essere: “Al minimo di intensità”; “Inferiore alla media”; “Nella media stagionale”; “Superiore alla media”; “Al picco d’intensità”. Il calcolo posto alla base dell’indicazione viene elaborato sulla base della media settimanale dei casi di influenza ogni mille assistiti registrati in Italia nelle ultime quattro stagioni fredde (2006-2010).

Come nel caso precedente, con un’applicazione gratuita e di agevole utilizzo è possibile assumere qualche utile informazione riguardo l’andamento del rischio di prendere l’influenza.

Chi fosse interessato può procedere al download da App Store direttamente da qui!

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.

  • VcomeVendetta

    Prese, anche se penso sia tardi.
    Infatti sono 3 giorni che ho la febbre :(