iFaith: ecco il nuovo tool di iH8sn0w per effettuare il downgrade anche senza aver salvato i certificati SHSH! [DISPONIBILE!]

Come vi avevamo anticipato qualche giorno fa, iH8sn0w avrebbe tenuto oggi un live streaming nel quale sarebbe stato svelato il misterioso “ProjectIf”, nuovo progetto del giovane hacker per i dispositivi iOS. Ebbene, con qualche minuto di anticipo rispetto alla presentazione ufficiale, il progetto è già stato svelato. Ecco a voi iFaith, il tool per effettuare il downgrade del firmware anche senza certificati SHSH!

iFaith è un nuovo tool sviluppato da iH8sn0w, che sarà presto disponibile per il download, che potrebbe segnare una svolta decisiva per quanto riguarda le operazioni di downgrade e ripristino dei dispositivi iOS di generazione più recente.

Come sappiamo, infatti, dall’iPhone 3GS in poi, tutti i dispositivi iOS non possono essere ripristinati ad una versione di sistema precedente a meno che l’utente non abbia salvato – manualmente (TinyUmbrella, iSHSHit) o tramite Cydia – il certificato SHSH della relativa versione del firmware. Ciò significa che, se ad esempio acquistate un iPhone usato, potreste non poter ripristinare il vostro telefono ad una versione di sistema sulla quale può essere eseguito il jailbreak.

È proprio a questo punto entra in gioco iFaith: se ad esempio avrete un dispositivo aggiornato ad iOS 4.0 (firmware non più firmato da Apple) e vorrete salvare i certificati SHSH di questa versione del software di sistema, potrete utilizzare il nuovo tool di iH8sn0w per salvare questo certificato direttamente dal firmware in uso.

È importante segnalare che i soli dispositivi compatibili con iFaith saranno quelli vulnerabili all’exploit utilizzato da GeoHot in Limera1n, in sostanza tutti i dispositivi più recenti escluso l’iPad 2. Esclusi anche gli iPhone 3G e gli iPod touch di seconda generazione, poichè questi dispositivi non necessitano degli SHSH per essere ripristinati alle precedenti versioni di iOS.

Le funzioni di iFaith ovviamente non finiscono qui! Con questo programma sarà anche possibile creare dei custom firmware (.ipsw) firmati senza certificati SHSH, visualizzare gli SHSH disponibili, e utilizzare la modalità DFU “Pwner” di iReb.

La versione di iFaith per Windows verrà rilasciata nelle prossime ore, mentre quella per Mac sarà disponibile tra qualche settimana. I terminali sui quali si eseguirà iFaith non dovranno necessariamente jailbroken ma semplicemente aggiornati alla versione di iOS per la quale si intende salvare il certificato SHSH.

AGGIORNAMENTO: la versione per Windows di iFaith è ora disponibile al download! Potete scaricarla cliccando qui. In questo articolo, invece, trovate una pratica guida all’utilizzo di iFaith.

Grazie Carminix per la segnalazione!

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.