HomePod, un progetto complicato che Apple ha cancellato più volte - iPhone Italia

HomePod, un progetto partito per gioco e che Apple ha cancellato più volte

21 novembre 2017 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Una fonte affidabile come Bloomberg afferma che il progetto HomePod ha avuto una storia molto complicata, con Apple che ha più volte cancellato e poi ripreso lo sviluppo dello speaker smart.

Secondo Bloomberg, Apple avrebbe cancellato e ripreso diverse volte il progetto HomePod nel corso degli ultimi cinque anni. La situazione è cambiata quando Amazon ha presentato il suo Echo, che ha letteralmente “accecato” Apple.

Il progetto HomePod era iniziato quasi per gioco su idea di un gruppo di ingegneri Apple che, originariamente, lo immaginavano come un vero e proprio speaker HiFi:

L’HomePod era inizialmente un progetto parallelo creato circa cinque anni fa da un gruppo di ingegneri del team audio del Mac, che desideravano creare uno speaker in grado di suonare meglio di quelli venduti da Bose, JBL e Harman Kardon. I progetti collaterali non sono rari in Apple, dato che i dipendenti sono incoraggiati a seguire le loro ispirazioni e a portare a termine le loro idee più interessanti. Gli ingegneri volevano un prodotto che avrebbe accontentato tutti gli audiofili e molti di questi dipendenti Apple provenivano proprio da case produttrici di speaker.

Il primo prototipo era alto circa 90 centimetri ed era pensato come un normale speaker HiFi:

Passarono due anni da quando il progetto iniziò ad avere un nome in codice ufficiale – B238 – e a catturare l’interesse delle alte sfere. Il team originale fu affiancato dalla divisione accessori Apple e tutti gli ingegneri furono trasferiti in un ufficio vicino al campus principale.

Nel 2014, gli ingegneri Apple furono “accecati” e presi alla sprovvista dall’Amazon Echo, un dispositivo di cui nessuno sapeva nulla. Il team acquistò lo speaker Amazon e lo smontò per capire come erano stati implementati internamente i vari componenti. Tutti apprezzarono l’ottima integrazione con l’assistente vocale Alexa, ma a livello audio la qualità fu subito ritenuta inferiore rispetto al prototipo Apple.

Proprio il rilascio dell’Echo fu uno sprono per il team a lavorare meglio e più velocemente. Da lì sorsero però i vari problemi. Il prototipo Apple era un “semplice” speaker HiFi, e il progetto venne sospeso più volte, per poi essere ripreso per arrivare all’HomePod presentato pochi mesi fa.

Malgrado l’arrivo dell’Amazon Echo, HomePod ha funzioni limitate, almeno in questa prima fase. Vedremo se qualche update software migliorerà la situazione, in attesa che il dispositivo venga ufficialmente rilasciato…

 

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • William

    Come al solito Apple sempre DIETRO!

  • iPaper

    Si però stai calmo

  • lonewolf

    Quale parte del corpo dovrà vendere, chi è intenzionato ad acquistarlo ? 😬

  • JeffBologna

    Una data di uscita certa c’è?

  • E K

    Fortuna non esistono amazonsheep, altrimenti sentiresti la lagna
    “apple stava facendo altro e poi quando é uscito Echo ha copiato tutto da loro etc…”.