Class-action contro il monopolio App Store, potrebbe intervenire l’amministrazione Trump

10 ottobre 2017 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha chiesto all’amministrazione Trump di esprimere un’opinione formale su una class-action di vecchia data che riguarda Apple, rea secondo i querelanti di aver gonfiato i prezzi dell’App Store caricando una commissione del 30% agli sviluppatori e bloccando le vendite su altre piattaforme.

Il caso risale al 2011 ed è stato portato avanti da diversi utenti iPhone che hanno accusato Apple di aver monopolizzato le vendite delle applicazioni, limitando di fatto il libero mercato e l’abbassamento dei prezzi. In pratica, nella denuncia viene spiegato che, mentre gli utenti macOS, Windows o Android possono scaricare app anche al di fuori dai negozi ufficiali, Apple ha completamente bloccato questa opzione su iOS. Questa decisione si ripercuote sul cliente finale, dato che “… non viene stimolata la concorrenza dei prezzi“. I querelanti affermano anche che i prezzi su App Store sono più alti perchè Apple trattiene il 30% dai guadagni degli sviluppatori, obbligati per questo ad offrire app a prezzi più alti del solito per ottenere lo stesso introito.

Per sbloccare la situazione, con Apple che dalla sua posizione afferma che la class-action non è valida perchè su questa materia la denuncia potrebbe essere ammessa soltanto se presentata dagli sviluppatori e non dagli utenti, la Corte Suprema ha chiesto un parare formale all’amministrazione Trump.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Saccente

    Tali querelanti andrebbero prima legnati e poi privati dello smartphone. Tali stolti, infatti, ignorano che ai tempi della libera concorrenza delle app queste costavano mediamente dai 30 ai 60 euro cadauna. Dobbiamo solo ringraziare Apple, se oggi costano quanto un caffè.

  • cbaldo

    Ma che si fottano loro e le loro pretese ridicole
    Gliela darei io una class action ma non posso dire dove

  • Torre

    Gente che si lamenta SOLO perché non può scaricare le app senza pagarle.

  • BontAce

    La tua sarebbe una cass action!😁