Il dipartimento di Giustizia fa sentire la sua nella causa Apple-Samsung

06 ottobre 2017 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti ha rilasciato una raccomandazione nei confronti della Corte Suprema che ha esaminato il verdetto della causa tra Apple e Samsung nel 2014.

Con quella sentenza, la Corte Suprema confermò il pagamento di 120 milioni di dollari da parte di Samsung a favore di Apple per la violazione di alcuni brevetti. Questa sentenza del 2014 è diversa da quella emessa nel 2012 sempre dalla Corte Suprema: in quel caso, l’importo dovuto da Samsung ad Apple era di 548 milioni di dollari per la violazione dei brevetti legati al design dell’iPhone 3G.

Ora, il Dipartimento di Giustizia chiede alla Corte Suprema di non portare avanti la richiesta di Samsung che vuole riportare il processo alla corte distrettuale, per aver scoperto la violazione da parte di Apple di alcuni suoi brevetti legati alle immagini digitali e alle tecnologie di speech.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Stefano

    Quante fregnacce, ci guadagnano solo gli avvocati che puntano solo a tirarla più a lungo possibile…

  • CAIO MARIOZ

    LoL 😂

  • M86UK

    Come in Italia del resto…