Jimmy Iovine: “Apple Music non sarà mai gratuito”

17 maggio 2017 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)
[easy-social-share buttons="facebook,twitter,google,more,whatsapp,messenger" morebutton="1" morebutton_icon="plus" counters=1 style="button" point_type="simple" url="http://www.iphoneitalia.com/638285/638285" text="Jimmy Iovine: “Apple Music non sarà mai gratuito”"]

Il responsabile di Apple Music Jimmy Iovine ha rilasciato un’intervista al Music Business Worldwide, parlando dei suoi obiettivi e di alcuni aspetti legati alla piattaforma streaming di Apple.

Parlando della diffusione della musica free iniziata praticamente in concomitanza con la nascita di un internet di massa, Iovine pensa che sia sbagliato pensare che gli artisti non debbano essere pagati per il loro lavoro, citando in questa riflessione anche Spotify, le cui revenue per i musicisti sono molto più basse quando gli ascolti partono da utenti che non pagano l’abbonamento.

Tuttavia, Iovine ammette che la musica offerta gratuitamente è un’idea tecnicamente buona, visto che molte persone semplicemente non sono disposte a pagare nemmeno un centesimo: “Se Apple Music dovesse offrire un abbonamento free come Spotify, allora avrebbe 400 milioni di abbonati e il nostro lavoro sarebbe molto più facile. Ma questo non è quello in cui io e tutta Apple crediamo. Gli artisti vanno pagati per quello che meritano”. 

Iovine ha quindi puntualizzato che Apple Music non avrà mai un abbonamento gratuito, fatta eccezione per i primi tre mesi di prova e, aggiunge, “chi paga deve avere dei vantaggi. Per questo stiamo portando su Apple Music spettacoli TV esclusivi e originali, molti dedicati proprio alla musica. Voglio rendere Apple Music un luogo speciale dove la gente vuole venire”.

Infine, Iovine ha ribadito che le esclusive con gli artisti non saranno tantissime, ma verranno proposte solo occasionalmente, anche perchè questa strategia non sembra piacere alle etichette discografiche.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Roby4g

    E mai lo acquisteró Sig.Re Iovine!!!

  • Vinz

    Non ha tutti i torti.

  • Mattechnology007

    Idem

  • Kravinsky

    Sono sinceramente d’accordo col suo discorso.

  • Simone

    IOvine parla a nome di un’azienda che commercializza telefoni da 1000€: chi è disposto pagare tanto perché non dovrebbe esserlo per ascoltare musica (se gli/le piace farlo)?
    Nell’articolo originale di macrumors cita un principio molto basilare: bisogna pagare chi lavora…

  • Nick

    In teoria ha tutta la ragione del mondo, ma nella pratica chi me lo fa fare di pagare quando esiste un’alternativa gratuita? Vorrà dire che gli artisti guadagneranno quanto un impiegato, e mi scuseranno se non riesco ad essere affranto per questo.

  • Rafael

    Concordo.
    E lo dico avendo in casa migliaia di CD e Vinili acquistati negli anni.
    Il mio personale quindi opinabilissimo pensiero è che pago volentieri la musica su un supporto, che oltre ad essere di buona qualità comprende pure artwork, booklet etc. Insomma pago anche per qualcosa di tangibile, fruibile non solo via audio e collezionabile.
    Pagare invece per un MP3 o per lo streaming invece mi risulta assurdo… per i motivi da te citati principalmente. Nella pratica, che mi cambia tra MP3/Streaming gratuiti e quelli a pagamento? Tra l’altro la qualità artistica della musica odierna è alquanto discutibile…
    Piuttosto mi tengo i soldi e li spendo in concerti o appunto su vecchi album in CD/Vinile.

  • stefano sicorello

    Sono totalmente d accordo con il suo discorso, tuttavia ho provato entrambi in versione premium ( spotify ed Apple Music ) e ritengo che questo tipo di servizio non fa per me, preferisco acquistare le canzoni da iTunes quando voglio.

  • francesco1996

    Provati entrambi, ma preferisco tenere la versione Premium di Spotify…

  • Saccente

    Il mio personale quindi opinabilissimo pensiero è che pago volentieri la musica su un supporto

    Piuttosto mi tengo i soldi e li spendo in concerti

    Le tipiche contraddizioni di chi non è disposto a pagare ciò che facilmente si può ottenere per vie illegali.

  • CAIO MARIOZ

    Tutta la vita Apple Music, ormai non riesco più a vivere senza, per 5 euro al mese è il top

  • IlNonno

    In nessun caso Apple e gratis possono stare nella stessa frase

  • IlNonno

    E chi dice che non lo facciano ?

  • Cadillac

    Bravo, finalmente qualcuno che pensa con la propria testa e non si fa sempre “indottrinare” dalla Apple!

  • Alexiss079

    Ho provato 2 volte ad fare Apple Music con 2 volte 3 mesi di gratuito! Non lo utilizzato neanche una volta, si è comodo perché funziona anche come iTunes Match! Ma usarlo solo per questo 10 € al mese, è troppo rispetto 35€ all’anno! E sopratutto preferisco comprarmi le canzoni singolarmente, tipo tormentoni e altro!

  • Xyz

    Semmai nella vita io dovessi essere in ristrettezze economiche tali da non potermi permettere un iPhone ma un 3310 e non potermi permettere neanche 5€ al mese per un servizio di streaming musicale che cacchio ascolto? Ecco perché acquisto i brani, o meglio acquisto la licenza, perché finché scampo potrò ascoltare la musica che pagai a suo tempo.

  • Bear Enrico

    vorrei vedere se non pagassero o sottopagassero il tuo lavoro come fa spotypoveri è una questione di principio
    E sono sicurissimo che spendi molti più soldi di quanto possa costare apple music in cose molto più inutili

  • Bear Enrico

    pessimo

  • Bear Enrico

    Complimenti sei proprio una brava persona
    Vorrei vedere te se sottopagassero il tuo lavoro
    E’ una questione di principio e tu ne hai ZERO
    vergognati

  • Io non capisco, gli artisti vanno pagati ma quando “firmano” con Spotify ricevono noccioline ? No si prendono sempre i loro dollari, euro, yen che derivano dalla pubblicità che deve ascoltare chi non pagherebbe mai un abbonamento. Ottieni di meno? Sicuramente, ma senza rimane che quelli utenti continueranno a non pagare e l’artista a lavorare per un pubblico minore.

  • IlNonno

    Questi cantanti internazionali sono noti proprio per essere sottopagati si.

  • italy83

    infatti fanno musica solo loro

  • IlNonno

    solo i cantanti la fanno, si

  • italy83

    Primo per far musica non è un requisito necessario essere un cantante.
    Secondo se ci fossero meno ladr1 come te più persone avrebbero opportunità di campare facendo musica.

  • IlNonno

    1) cosa fai, canti in play back?
    2) al giorno d’oggi tutti si arrabattano per mantenere un tenore di vita accettabile nonostante la crisi.
    Penso che vasco posaa vivere anche con 5 milioni anzichè 10 se un operaio vive con 1300 euro.
    Benvenuto nel 2017.

  • italy83

    1) ti sfugge il fatto che esiste tanta musica solo strumentale? non ho mai avuto grande stima di te ma riesci sempre a sorprendermi.
    2) al giorno d’oggi dovresti aver imparato che non è compito tuo dire quanto uno debba o meno guadagnare, se uno fa musica che piace a molte persone, come per qualsiasi prodotto, ha il diritto di sceglierne il prezzo e combattere chi non lo rispetta.
    Se un operaio non ha nessuna qualità per cui il suo lavoro possa aver un mercato migliore e non ha i numeri per emergere non capisco perchè questo debba limitare chi invece li ha. Il fatto che tu sei un p3zz3nte non ti da il diritto di dire che altri debbano guadagnare meno e non ti da il diritto di RUBAR3 o ti pretendere gratis il lavoro di altri.
    E ti ricordo che ci sono tantissimi artisti molto validi ma soffocati da un mercato che ormai in pochi pagano RUBANDO che potrebbero fare ottima musica ma non possono perchè non viene riconosciuto da p3rsone come te il loro lavoro e quindi sono costretti a smettere.

  • Rafael

    I tipici commenti di chi deve dare una valenza più concreta al proprio nickname…

    Se fosse come dici avrei in casa diversi hard disk farciti di MP3 e invece ho migliaia di album regolarmente comprati ed ORIGINALI. Partendo dal tuo concetto esposto, avrei dovuto scaricare gli MP3, masterizzarli su CD e stampare le copertine scaricate… e invece… pure se era una cosa molto molto facile li ho sempre comprati originali.

    In secondo luogo io non ho detto che scarico MP3. Ho detto solo che non spendo soldi per comprarli o per pagare lo streaming, il che non sottointende automaticamente scaricare illegalmente. Manco mi conosci ma già ti stai facendo un film basato sui soliti luoghi comuni e qualunquismo.

  • Nick

    Con me caschi male perché sono GIÀ sottopagato rispetto alle mie competenze.
    E comunque sei tu a decidere quanto sia equo lo stipendio di un cantante? 5.000 al mese? 1.000.000? Tutte cag4te. Possono accontentarsi come tutta la gente normale. Era un’anomalia prima!

  • IlNonno

    1) ah sarebbe questo il genere di musica danneggiato da spotify?
    2) al giorno d’oggi dovresti avere imparato che non è compito tuo decidere se le offerte che ci sono sul mercato sono giuste o no.
    Io vendo a questo prezzo, ti sta bene? vieni con noi.
    Non ti sta bene? vai con altri.

    Io cliente ho tutto il diritto di avere tutte le offerte possibili, tu combatti per togliermele?
    Se un altro ristorante fa prezzi migliori dei tuoi con lo stesso cibo tu combatti per chiuderlo anzichè fare la giusta concorrenza?

    ma rubare cosa? cosa c’è di illegale nell’usufruire di un servizio gratuito?
    Allora rubiamo la radio, la tv, tutti i siti internet ecc ecc

  • italy83

    1) chi ha parlato di Spotify !sei il solito sviatore di professione

    Si parlava di rubare musica defficient3 che non sei altro !

    Al massimo Spotify sminuisce la musica, cosa che disapprovo, ma se è legale semplicemente lo contrasto non usandolo

  • IlNonno

    1) come chi ne ha parlato?

    “Parlando della diffusione della musica free iniziata praticamente in concomitanza con la nascita di un internet di massa, Iovine pensa che sia sbagliato pensare che gli artisti non debbano essere pagati per il loro lavoro, citando in questa riflessione anche Spotify, le cui revenue per i musicisti sono molto più basse quando gli ascolti partono da utenti che non pagano l’abbonamento.”

    Chi starebbe parlando di rubare musica invece? Si parla di musica free, cioè data in ascolto gratuito, come fanno le radio o you tube.

  • italy83

    Sei il solito cambia disscorso e f4lso, ma sappiamo tutti che fai parte della redazione di m4city

  • SaiMoN

    eppure spotify come lo chiami tu funziona molto meglio di apple music a quanto pare.
    Ah sì dimenticavo, lo pago regolarmente.

  • IlNonno

    il discorso lo hai inventato tu, nessuno ha mai parlato di rubare niente

  • italy83

    Sappiamo tutti chi sei e dove lavori

  • Luca Diavoletto

    Come si fa scusami ad averlo a 5 euro al mese ? Sei studente Universitario ?

  • IlNonno

    ah lo sapete tutti? ok, ok

  • Kravinsky

    Infatti sono d’accordo.
    Ma non è solo questione dei “telefoni da 1000€”, l’artista (di qualunque categoria) DEVE essere pagato anche se l’utente ha un telefono da 100/150€ o meno.

  • Modera i termini o alla prossima vieni bloccato.

  • italy83

    perdonami hai perfettamente ragione.
    Grazie per l’avvertimento 🙂

  • Saccente

    Se fosse come dici

    Ho solo detto che ti contraddici. Vuoi negare?

    Ho detto solo che non spendo soldi per comprarli o per pagare lo streaming, il che non sottointende automaticamente scaricare illegalmente.

    Giusto.

  • IlNonno

    Io ancora non ho avuto notizie dei gravi problemi di Samsung da te previsti , attendiamo l’anno prossimo?

  • Saccente

    E dov’è il problema?

  • Saccente

    Dove scampi?

  • IlNonno

    Chiedilo a chi si chiede come mai music non sia gratuito.

    Nemmeno quello che gli cade dal xxx regalano.

  • Saccente

    Non è necessario, quest’anno sarà sufficiente.

  • IlNonno

    Ah sarà quest’anno l’abbandono del settore ?

    Intanto lasciamogli incassare il successo di s8 poi vediamo

  • Saccente

    Chiedilo a chi si chiede come mai music non sia gratuito

    A quelli chiedo come mai la benzina non è gratuita.

  • Saccente

    S8? Quel campionario di difetti? Quello ha già fatto flop. Ha venduto meno di tutti i precedenti, e la faccenda dei difetti deve ancora manifestarsi sulle vendite.

  • IlNonno

    Vendite al lancio di Galaxy S8 del 30% sopra quelle di S7

  • Saccente

    Al lancio? Ma per piacere! I conti si fanno a distanza di tempo, e ad oggi ha venduto meno rispetto i precedenti. E le vendite sono destinate a scendere, perché sorgono decine di difetti che su un top gamma sono inammissibili.

  • IlNonno

    Difetti simili a quelli degli iPhone all’inizio , tutti risolti con patch software .

    Al momento sono 10 milioni di pezzi che non sono male e leggo solo articoli entusiastici, mentre con s5 o s6 gli articoli catastrofici si sprecavano.

    Trimestrale ottima ….ma falliranno

  • Saccente

    Si certo, 10 milioni, il giorno prima erano 5. Ti vorrei ricordare che durante il processo con Apple è venuto alla luce il fatto che Samsung aveva mentito sui dati di vendita di tutti i modelli incriminati, risultati essere meno della metà di quanto strombazzato.

    e leggo solo articoli entusiastici

    Si certo, come quello del riconoscimento facciale gabbato con una foto mostrata da un altro smartphone… pensi si risolva con una “patch software”?

  • IlNonno

    I 5 milioni erano un errore del korea time.

    Il riconoscimento facciale funziona così come algoritmo anche su altri, è una forma di protezione volutamente più debole , ma può proprio essere migliorato dal software….da che altro ?

    Difettini iniziali sono presenti su qualunque modello, vuoi la lista degli iPhone? Riavvi, Wi-Fi che non va, batteria ecc sono tipici per non parlare dei vari gate di risonanza mondiale.

  • Saccente

    I 5 milioni erano un errore del korea time

    Mentre i 10 sono un errore di chi?

    Il riconoscimento facciale funziona così come algoritmo anche su altri

    Appunto, quindi cosa ci sta a fare sull’ammiraglia Samsung?

    è una forma di protezione volutamente più debole

    AHAHAHAH! Sei PATETICO!

    ma può proprio essere migliorato dal software….da che altro ?

    Da una fotocamera 3D, ad esempio!

    Difettini iniziali sono presenti su qualunque modello

    E tu questi li chiami “difettini”?! Queste sono prese per i fondelli!

    vuoi la lista degli iPhone?

    No, voglio la lista DEL iPhone. Di UN modello, non di tutti i modelli sommati insieme, perché io ho parlato dei difetti di UN modello, il Galaxy S8.

  • IlNonno

    Mentre i 10 sono un errore di chi?

    Sono tutti numeri sparati da giornali, non da enti di rilevazione o tanto meno ufficiali.

    Appunto, quindi cosa ci sta a fare sull’ammiraglia Samsung?

    Sta sulle ammiraglie android da anni ma indicato come sicurezza media

    Da una fotocamera 3D, ad esempio!

    sarà probabilmente installata su note 8, sono scelte commerciali.
    In ogni caso il riconoscimento facciale non è la feature del momento e difatti la cosa è passata subito nel dimenticatotio.

    No, voglio la lista DEL iPhone. Di UN modello, non di tutti i modelli sommati insieme, perché io ho parlato dei difetti di UN modello, il Galaxy S8.

    Iphone 6s:

    “Si parte con Touch ID, il lettore di impronte digitali presente sui dispositivi Apple da iPhone 5S. Alcuni consumatori sul forum Apple spiegano di aver rilevato un tasto particolarmente caldo, un problema tuttavia risolto mantenendo premuto per 10 secondi il tasto d’accensione, per il riavvio profondo del telefono. Altri, invece, hanno raccontato di sparuti spegnimenti immotivati, anche in presenza di carica di batteria sufficiente, anche in questo caso apparentemente risolti con il riavvio del telefono.

    iPhone 6s: i problemi legati al blocco dello schermo
    Abbiamo riscontrato qualche problema anche con lo schermo di iPhone 6s. A volte il touch screen non risponde ai comandi e non c’è modo di spegnerlo usando il tasto Accensione. È un problema che avevamo incontrato anche con il più vecchio iPhone 6. Se lo schermo si blocca non fatevi prendere dal panico! C’è un trucco veloce per risolvere questo problema che dovrebbe funzionare anche per voi.

    L’iPhone 6s e il 6s Plus dispongono di ottime fotocamere posteriori da 12 megapixel. Sono sicuramente tra le migliori fotocamere smartphone che abbiamo mai usato. Anche i migliori, però, a volte hanno difetti. E infatti sono in molti gli utenti di iPhone 6S che si lamentano di problemi con la qualità delle immagini scattate in condizioni di luce scarsa.

    Se il vostro iPhone 6s improvvisamente non si connette più alla rete Wi-Fi o sembra navigare in Wi-Fi più lentamente del normale, ci sono alcuni trucchi che potete provare. Se riscontrate problemi di Wi-Fi con iPhone 6S, la prima cosa da fare è ripristinare le impostazioni di rete. Per farlo, andate in Impostazioni> Generali> Ripristina> Ripristina impostazioni di rete. Il processo può richiedere alcuni minuti, siate pazienti. Una volta fatto, il vostro iPhone 6s avrà dimenticato la vostra password Wi-Fi, quindi assicuratevi di averla a portata di mano.

    Se il vostro iPhone 6s o 6s Plus non si abbina ad un dispositivo bluetooth, ecco cosa potete fare per ristabilire una connessione.

    Se state riscontrando problemi con la connessione LTE o un’altra connessione dati, vi consigliamo di leggere questa lista di correzioni perché funzionano da anni. In primo luogo provate a riavviare l’iPhone 6s o 6s Plus. Tenete premuto il pulsante di accensione, fate scorrere il nottolino sullo schermo per lo spegnimento. Riaccendetelo con il tasto di Accensione.

    L’iPhone 6s è dotato di una nuova funzionalità denominata 3D Touch che vi permette di aprire nuove funzioni dei menù tramite una pressione di tocco variabile. Alcuni utenti si sono lamentati del fatto che 3D Touch si apre troppo in fretta, mentre altri sostengono di avere difficoltà a farlo comparire.

    Moltissimi utenti di iPhone 6s hanno incontrato problemi con le app, gli aggiornamenti delle app e con l’App Store. Se riscontrate problemi con le app o l’App Store, ecco cosa potete fare. Se non riuscite a scaricare gli aggiornamenti delle vostre app su iPhone 6S o 6s Plus provate a riavviare il vostro dispositivo con un Hard Reset. Tenete premuto il pulsante di accensione e il tasto home per 10 secondi e attendete che il telefono si riavvii. Provare a scaricare di nuovo.

    Alcuni utenti di iPhone 6s si sono ritrovati col telefono bloccato sulla schermata “Scorri per aggiornare”. Sarete d’accordo: non è l’ideale. Fortunatamente ci sono alcuni trucchi che potete impiegare se il vostro iPhone 6s si blocca sulla schermata di aggiornamento durante l’installazione di iOS. Siamo rimasti bloccati su questa schermata durante l’installazione di iOS 9.0.1 e siamo riusciti a risolvere il problema scollegando il dispositivo da iTunes e installando l’aggiornamento via Wi-Fi (si chiama installazione OTA o over-the-air).

    Tra le altre testimonianze raccolte da 9to5Mac, si elenca un problema per alcuni relativo agli altoparlanti, che produrrebbero un suono a volte distorto, o troppo alto, quando si riceve una notifica. Una questione che molti ritengono di semplice natura software, poiché non constante e forse relativo all’installazione di vecchi backup. Infine, un piccolo numero di clienti testimonia dei momentanei problemi software con 3D Touch, ad esempio nell’apertura canonica di link su Safari con il normale tocco, scomparsi con un reset del dispositivo.”

    “Apple ha appurato che un limitato numero di iPhone 6s potrebbe presentare problemi di spegnimento inatteso. Non si tratta di un problema di sicurezza e interessa solo dispositivi di un intervallo specifico di numeri di serie, prodotti tra settembre e ottobre 2015.”

  • bravodillo

    Io uso Spotify gratuito e lo trovo perfetto. L’archivio è fornitissimo. Anche l’interfaccia è ben fatta.

  • bravodillo

    Ma poi il vero problema è che oggi ti dovresti abbonare a tutto, Apple Music, Spotify, Netflix, Sky, FastWeb, 4G, Traffico Dati, SMS, WhatsApp… e poi conti €5 + €10 + …. alla fine spendi minimo €100 euro al mese solo per la tua vita digitale. Cioè aria fritta, da respirare con il capo chino sul display. E zitto. Isolato. Magari anche con le cuffiette. E solo nei momenti liberi.

  • Luca Diavoletto

    Dipinto del Leopardi moderno. La tecnologia ( come tutte le cose portate all’eccesso) ti debilita. Personalmente spendo 7 euro con tim di internet 3gb e 1000 minuti , 4 euro al mese di Netflix diviso con 3 amici ognuno con il suo profilo e 10 euro di Apple Music, 1 euro al mese di iCloud Drive per avere 50 gb. Io non la vedo negativa come te , Netflix come anche la musica in streaming in generale abbia contribuito all’ abbassamento della pirateria. Poi se uno ne usufruisce solo nella sua stanzetta al buio con il lanternino sono cose sue 😂

  • Saccente

    La risposta la sto preparando, dettagliata. Nel frattempo ci godiamo la notizia che lo scanner dell’iride del S8 si inganna con una banale foto della faccia fatta a metri di distanza e stampata su carta normale. Stampata con stampante Samsung (ihihih!)

  • IlNonno

    A metri di distanza vedi l’iride??
    Che teleobiettivo hai??

    “Ad essere più precisi, ha impostato la fotocamera con settaggi per la notte, stampato l’immagine del viso che può sbloccare il Galaxy S8 con un comune modello laser e posto in corrispondenza dell’occhio la lente a contatto. Foto del viso stampata a grandezza naturale

    Starbug non è uno sprovveduto, va detto, l’hacker aveva già dimostrato le sue abilità riproducendo l’impronta digitale del Ministro della difesa tedesco Ursula von der Leyen usando anche in questo caso una sua foto del dito. Per non farsi mancar nulla ha anche superato il TouchID di Apple con false impronte digitali dopo pochi giorni dalla commercializzazione del dispositivo. Per Samsung non sarà una notizia meravigliosa, ma non c’è molto di cui stupirsi, questi dispositivi consumer non sono certo a prova di 007.”j

  • Saccente

    A metri di distanza vedi l’iride??
    Che teleobiettivo hai??

    Guardati il filmato su Macity.

  • IlNonno

    Foto ad alta risoluzione, modello laser …..ricorda la procedura del touch id ingannato .

    Chi non ha queste apparecchiature in casa ?

  • Saccente

    Foto ad alta risoluzione,

    Dove sta scritto “foto ad alta risoluzione”? Nel video vediamo una comune fotocamera tascabile.

    modello laser

    Si riferisce alla stampante, per dire che basta una stampa di bassa qualità. Infatti la foto viene stampante da una comune stampante laser da ufficio, di marca Samsung, tanto per mettere in ridicolo Samsung stessa. Al di la del fatto che chiunque può avere in casa una stampante da 300 euro (anch’io ce l’ho, della HP), puoi andare a farti stampare la foto in qualsiasi copisteria, per qualche decina di centesimi, se proprio serve una stampa laser.
    La procedura del Touch ID richiede ben altri materiali e attrezzature.

  • bravodillo

    Io spendo €46 al mese per Internet fissa 100MB (effettivi 136MB in Wi-Fi), TV 200 canali + HD, Telefono fisso chiamate illimitate verso fissi e mobile in quasi tutto il mondo…, Telefono mobile con chiamate illimitate…, traffico 4G illimitato… Poi €60 per servizi AWS server, poi €30 servizi Pair server, €15 per diritti d’autore digitali e tanti altri servizi digitali che non sto qui a raccontare… Poi se devi giocare puoi anche andare su TIM Nursery condiviso con i compagni di scuola…