Apple ha acquisito Workflow, ora gratis su App Store

23 marzo 2017 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Apple ha finalizzato l’acquisizione della popolare app di automazione Workflow, portando in azienda il team formato da tre persone. Al momento non si conoscono ancora le cifre dell’accordo, ,ma ora l’app si scarica gratuitamente da App Store.

Come parte dell’accordo, i tre membri del team Workflow Ari Weinstein, Conrad Kramer e Nick Frey lavoreranno nel campus di Cupertino su progetti non meglio specificati. Weinsten ha commentato così questo accordo: “Siamo entusiasti di entrare a far parte di Apple. Abbiamo lavorato a stretto contatto con i tecnici dell’azienda fin dalla prima pubblicazione di Workflow come progetto su Kickstarter, arrivando poi ad organizzare dei seminari alle varie WWDC per gli studenti. Non vediamo l’ora di portare il nostro lavoro ad un livello successivo e contribuire a migliorare prodotti utilizzati da milioni di persone in tutto il mondo”. 

L’app Workflow continuerà ad essere disponibile su App Store, anzi ora è possibile scaricare questo titolo gratuitamente. Già in passato, Apple ha usato una strategia simile quando nel 2010 acquisì Siri, che allora era un’app presente su App Store e vi rimase fino all’integrazione in iOS avvenuta nel 2011.

Non sappiamo se Workflow avrà un destino simile e sarà presto integrato in iOS per consentire agli utenti di automatizzare diverse azioni.  Workflow è infatti una potente applicazione per iPhone e iPad che offre alcuni strumenti per automatizzare determinate azioni, permettendoci così di creare alcuni “workflows”, ovvero una serie di funzioni che, concatenate, garantiscano il raggiungimento del risultato desiderato. Tra le funzioni di Workflow è presente ad esempio la possibilità di creare GIF animate, aggiungere un’icona sulla Home che permetta di chiamare un contatto preferito o creare PDF da Safari o da qualsiasi altra applicazione, ma non solo.

Anche Apple ha confermato l’accordo: “L’applicazione Workflow è stata selezionata per l’Apple Design Award nel 2015 a causa delle sue eccezionali caratteristiche di accessibilità in iOS, soprattutto per quanto riguarda l’implementazione di funzioni legate al VoiceOver e il miglioramento dell’utilizzo di iOS anche per ciechi e ipovedenti”. 

Secondo le prime indiscrezioni, la tecnologia alla base di Workflow potrebbe essere utilizzata per migliorare Siri e creare delle macro avanzate gestibili tramite comandi vocali.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • LucianoLucio

    L’avevo comprata poco fa, spero che Apple sia intenzionata a continuare a svilupparla in modo serio.

  • LucianoLucio

    Come non detto: col primo aggiornamento hanno già limitato le funzioni. È stato bello finché è durato.

  • CAIO MARIOZ

    Le funzioni verranno integrate in iOS e Siri secondo me

  • Allora vedrò di nn aggiornarla… Che rottura però

  • LucianoLucio

    Per il momento hanno rimosso le interazioni con Telegram, Uber, Google Maps, Google Chrome (in pratica i concorrenti di iMessage, Mappe e Safari) e un altro paio di applicazioni.

    Come dicevano l’articolo e l’altro utente, credo anch’io che alcune funzioni verranno integrate in iOS e Siri (ciò potrebbe anche essere positivo), mentre le altre, così come la stessa app Workflow, potrebbero essere abbandonate in un futuro abbastanza prossimo visto che Apple ultimamente non si cura molto della “produttività”. Inoltre penso che con i prossimi aggiornamenti, magari già con iOS 10.3, rendano incompatibile l’app nella versione attuale, obbligandoti di fatto ad aggiornarla. Secondo me dobbiamo sperare che nasca un’altra applicazione dalle medesime funzionalità, purtroppo.

  • Francesco

    Se le avrebbero dovute integrare, non avrebbero MAI speso milioni per acquistare quella parte di azienda. Un po’ come quando eliminarono la applicazione sviluppata da terze parti per trovare le proprie AirPods poiché dovevano inserire la medesima funziona nel dispositivo.

  • Non penso integreranno mai tutto quel ben di dio di funzioni… E come hai detto, purtroppo apple nn si cura più così tanto della produttività…
    Era l’unica alternativa per l’automatismo per evitare il jailbreak, ma vorrà dire che lo farò appena possibile

  • Marco Siglioccolo

    Ma è possibile inviare un messaggio automaticamente con WhatsApp? Ho fatto il workflow, però quando lo avvio mi apre WhatsApp sulla chat ma devo essere io a premere invia. Esiste un modo per far sì che lo invii automaticamente?