Elon Musk vuole bannare i prodotti Apple dalle sue aziende

Dopo l'annuncio dell'integrazione tra Apple e ChatGPT, Elon Musk vuole bandire i prodotti Apple dalle sue aziende.

Elon Musk ha minacciato di bannare i dispositivi Apple dalle sue aziende a causa della nuova integrazione ChatGPT voluta da Apple.

Apple Intelligence in iOS 18, iPadOS 18 e macOS Sequoia consente a Siri di utilizzare ChatGPT per gestire query complesse, ma solo quando viene fornita l’autorizzazione esplicita dell’utente. La funzionalità è progettata per fornire agli utenti risposte più ricche e contestuali senza richiedere loro di aprire l’app ChatGPT.

Durante l’evento di presentazione, il vicepresidente senior dell’ingegneria software, Craig Federighi, ha sottolineato che gli utenti avranno il pieno controllo su quando verrà utilizzato ChatGPT e che i dati condivisi con OpenAI non verranno registrati o archiviati. “Hai il controllo su quando viene utilizzato ChatGPT e ti verrà chiesto prima che le tue informazioni vengano condivise”, ha affermato Federighi.

Nonostante queste assicurazioni, Musk ha espresso una forte opposizione all’integrazione: “Se Apple integra OpenAI a livello di sistema operativo, i dispositivi Apple verranno vietati nelle mie aziende. Questa è una violazione della sicurezza inaccettabile. I visitatori dovranno controllare i propri dispositivi Apple all’ingresso, dove verranno custoditi in una gabbia di Faraday”.

Musk ha anche ripetutamente messo in dubbio la capacità di Apple di garantire la sicurezza dei dati, affermando: “Apple non ha idea di cosa stia effettivamente succedendo una volta consegnati i tuoi dati a OpenAI. Ti stanno vendendo”.

Sia Apple che OpenAI hanno sottolineato che i dati degli utenti saranno condivisi solo con il consenso esplicito e che queste interazioni sono progettate per essere sicure. OpenAI ha osservato in un nuovo post sul blog che “le richieste non vengono archiviate da OpenAI e gli indirizzi IP degli utenti vengono oscurati”. Gli utenti possono anche scegliere di connettere i propri account ChatGPT per accedere alle funzionalità a pagamento, ma questa è una funzionalità che va attivata espressamente.

Apple è stata chiara nei suoi messaggi sul fatto che le nuove funzionalità di intelligenza artificiale sono progettate pensando alla privacy dell’utente. L’approccio di Apple sfrutta una combinazione di elaborazione sul dispositivo e cloud computing, garantendo che i dati non vengano archiviati nel cloud. L’integrazione di ChatGPT da parte di Apple nei suoi sistemi operativi fa parte di una strategia più ampia per migliorare le capacità di intelligenza artificiale di iOS, iPadOS e macOS.

HotAcquista iPhone 15 su Amazon!
News