Apple e il difficile rapporto con il fornitore Samsung

Apple ha fatto di tutto per staccarsi da Samsung nella produzione dei display.

Apple ha investito quasi un decennio nello sviluppo della propria tecnologia MicroLED per staccarsi da Samsung come fornitore.

iphone 15 pro face id

The Information riporta che Apple ha impiegato molto più tempo del previsto per sviluppare i display MicroLED, costringendo l’azienda a consolidare i suoi rapporti con Samsung fino a quando la tecnologia non sarà pronta.

 MicroLED offre diversi miglioramenti rispetto alla tecnologia OLED, soprattutto per quanto riguarda durata nel tempo, luminosità, gamma dinamica e angoli di visualizzazione. A quanto pare, Apple aveva in programma di utilizzare MicroLED anziché OLED già per l’‌iPhone‌ X del 2017, ma gli elevati costi di produzione e alcuni difetti qualitativi hanno portato l’azienda a posticiparne il lancio.

Apple vuole comunque introdurre i suoi primi display MicroLED su Apple Watch nel 2024, con i pannelli che saranno forniti da LG e Sharp e non da Samsung. Inizialmente, la società aveva pianificato di introdurre il primo Apple Watch con display MicroLED quest’anno, ma ancora una volta ha incontrato difficoltà nel portare la tecnologia sul mercato.

microled

Nonostante il lancio del primo Apple Watch MicroLED il prossimo anno, secondo quanto riferito i dirigenti Apple sono preoccupati che la tecnologia di visualizzazione di nuova generazione non sarà ancora pronta per dispositivi più grandi come ‌iPhone‌ e iPad.

In ogni caso, i display di alcuni futuri prodotti Apple, come i visori per realtà mista e l’‌iPad‌ pieghevole, saranno forniti da aziende come Sony, LG e BOE nel tentativo di liberarsi da Samsung, ma alcuni dispositivi come i modelli di iPad OLED del prossimo anno e gli ‌iPhone‌ di fascia alta continueranno a fare affidamento su Samsung ancora per qualche anno.

Secondo quanto riferito, Apple ha lottato per ridurre la sua dipendenza da Samsung a causa del suo vantaggio produttivo e tecnologico, portando a un rapporto insolito in cui Apple ha meno potere su Samsung rispetto ad altri fornitori, dovendosi accontentare di pratiche segrete, qualità inferiore, difetti e altro ancora. Si dice che Samsung sia molto diffidente nei confronti di Apple, escludendo gli ingegneri e i funzionari della sicurezza Apple dalle sue strutture. Inoltre, spesso si rifiuta di rispondere a domande relative alla sua tecnologia.

Il rapporto prosegue citando numerosi esempi di disaccordi tra Apple e Samsung, come quando il fornitore coreano avrebbe rifiutato di accettare la richiesta di Apple di pulire gli schermi dell’iPhone 14 Pro nonostante la presenza di detriti e residui causati dal processo di realizzazione dei ritagli per l’Isola dinamica. Apparentemente Apple è stata costretta a intraprendere intensi test sui display Samsung durante lo sviluppo del prodotto per rilevare eventuali difetti o problemi.

HotAcquista iPhone 15 su Amazon!
News