Apple modifica nuovamente le regole dell’App Store in Olanda

Nuove modifiche all'App Store olandese per cercare di rispettare le norme locali sulle app di appuntamenti.

Apple ha apportato una serie di nuove modifiche alle sue linee guida dell’App Store per le app di dating nei Paesi Bassi, nel tentativo di conformarsi alla volontà del regolatore antitrust olandese.

app store

Dopo i primi cambiamenti che non avevano però soddisfatto l’Autorità olandese per i consumatori e i mercati (ACM), Apple fa sapere di aver apportato ulteriori modifiche all’App Store dopo una serie di colloqui con l’ente.

Questi cambiamenti riguardano le app di appuntamenti e includono adeguamenti ai requisiti dell’interfaccia utente e ai criteri legati ai sistemi di pagamento di terze parti che gli sviluppatori possono offrire agli utenti.

Inoltre, Apple afferma anche che il suo sconto sulle commissioni del 3% ora si applica agli acquisti in-app che si qualificano per un tasso di commissione inferiore. In altre parole, gli sviluppatori potrebbero dover pagare una commissione più bassa solo se fanno parte del programma App Store Small Business o se un utente ha un abbonamento più vecchio di un anno.

Sebbene Apple abbia accettato di apportare tali modifiche, aggiunge che alcuni di questi cambiamenti non garantiscono una piena tutela della privacy e della sicurezza degli utenti, visto che utilizzare sistemi di pagamento di terze parti può essere un rischio.

Crediamo che alcuni di questi cambiamenti non siano pensati nel migliore interesse della privacy o della sicurezza dei dati dei nostri utenti. Poiché Apple è impegnata in un lavoro costruttivo con le autorità di regolamentazione, stiamo apportando ulteriori modifiche su richiesta dell’ACM. Come abbiamo detto in precedenza, non siamo d’accordo con l’ordine originale dell’ACM e abbiamo presentato appello.

L’ente olandese ha detto che le nuove regole dell’App Store soddisfano i requisiti richiesti:

Apple ha cambiato le sue condizioni ingiuste e ora consentirà diversi metodi di pagamento nelle app di appuntamenti in Olanda. Fino a poco tempo fa, i clienti delle app di appuntamenti potevano pagare solo utilizzando il metodo di pagamento imposto da Apple. Secondo ACM, Apple ha abusato della sua posizione dominante con tali pratiche. D’ora in poi, i fornitori di app di appuntamenti sono in grado di consentire ai loro clienti di pagare in modi diversi. ACM ha forzato queste modifiche imponendo un ordine soggetto a penalità di mora. Alla fine, la somma di tutte le penalità è arrivata a 50 milioni di euro.

Vogliamo che tutti siano in grado di raccogliere i benefici dell’economia digitale. Nell’economia digitale, le aziende potenti hanno una responsabilità speciale di mantenere il mercato equo e aperto. Apple ha evitato questa responsabilità e ha abusato della sua posizione dominante nei confronti dei fornitori di app di appuntamenti. Siamo lieti che Apple abbia finalmente allineato le sue condizioni alle regole della concorrenza europee e olandesi. Questo offre ai fornitori di app maggiori opportunità di competere. E anche i consumatori alla fine ne raccoglieranno i benefici.

Tra i cambiamenti, gli sviluppatori di app di appuntamenti nei Paesi Bassi possono scegliere se vogliono offrire un metodo di pagamento alternativo combinato con gli acquisti in-app di Apple. Come accennato prima, in precedenza gli sviluppatori dovevano scegliere un metodo di pagamento alternativo o quello di Apple.

Un’altra modifica apportata all’aggiornamento è che l’interfaccia utente è stata regolata per rendere le opzioni più chiare sia agli sviluppatori che agli utenti. Apple ha anche adeguato i criteri di elaborazione dei pagamenti per gli sviluppatori che desiderano utilizzare un metodo di pagamento alternativo.

Ricordiamo che nel 2021 l’ACM ha stabilito che le regole dell’App Store violavano le leggi nazionali sulla concorrenza, chiedendo ad Apple di modificare la sua politica di acquisto in-app per le app di dating. Le varie modifiche apportate in passato da Apple non avevano però soddisfatto l’ACM, soprattutto perché obbligavano agli sviluppatori a scegliere tra il sistema dell’azienda e uno di terze parti. L’ACM, invece, richiedeva che Apple consentisse agli sviluppatori di utilizzare entrambi i sistemi contemporaneamente.

Apple iPhone 13 Pro Max in sconto su

News