Tim Cook ha firmato un accordo “segreto” da 275 miliardi con la Cina

Per migliorare la posizione di Apple in Cina, Tim Cook ha firmato nel 2016 un accordo multi miliardario.

The Information riporta che il CEO di Apple Tim Cook ha firmato un accordo segreto dal valore di 275 miliardi di dollari con i funzionari cinesi, promettendo che Apple avrebbe aiutato a sviluppare l’economia e le potenzialità tecnologiche della Cina.

tim cook cina

Dopo un’indagine giornalistica e la scoperta di alcuni documenti interni, The Information ha rivelato che Tim Cook ha personalmente stretto un accordo quinquennale con il governo cinese durante una delle sue visite in Cina nel 2016. L’accordo sarebbe nato dalla necessità di spingere per un’alleanza più stretta con il governo locale, in un momento in cui molti dirigenti Apple erano preoccupati per la cattiva pubblicità dell’azienda in Cina e per le scarse relazioni di Apple con i funzionari cinesi, molti dei quali pensavano che la stessa Apple non stesse contribuendo abbastanza all’economia del paese.

Tim Cook avrebbe quindi esercitato pressioni personali sui funzionari in Cina dopo le minacce fatte dal governo contro Apple Pay, iCloud e App Store. Per questo motivo, il CEO ha poi deciso di firmare un memorandum d’intesa tra Apple e una potente agenzia governativa cinese chiamata National Development and Reform Commission per accettare formalmente una serie di concessioni in cambio di esenzioni normative. L’accordo di 1.250 parole è stato redatto dal team per gli affari governativi di Apple in Cina ed è stato gestito personalmente da Tim Cook mentre incontrava i funzionari cinesi in uno dei suoi viaggi in Asia.

Nel maggio 2016, Cook ha annunciato che Apple avrebbe investito 1 miliardo di dollari nella startup cinese Didi Chuxing nel tentativo di ammorbidire le autorità locali. Poco dopo, Cook, il Chief Operating Officer di Apple Jeff Williams e il capo degli affari governativi Lisa Jackson hanno incontrato alti funzionari del governo a Zhongnanhai, la sede centrale del Partito Comunista Cinese.

Le trattative di Cook hanno portato alla firma di un accordo multimiliardario, grazie al quale sono state annullate una serie di azioni normative contro l’azienda con diverse esenzioni oltre ad un più ampio accesso al mercato cinese, in cambio di investimenti significativi, accordi commerciali e formazione dei lavoratori nel paese.

L’accordo includeva un impegno da parte di Apple per aiutare i produttori cinesi a sviluppare le tecnologie di produzione più avanzate, sostenere la formazione di talenti cinesi di alta qualità, utilizzare più componenti di fornitori cinesi, firmare accordi con aziende di software cinesi, collaborare con la ricerca in università cinesi e investire direttamente in aziende tecnologiche cinesi, oltre a fornire assistenza in una dozzina di cause del governo cinese. L’accordo è valido fino a maggio 2022. Inoltre, sembra che la Cina abbia chiesto ad Apple di ingrandire su Mappe un piccolo gruppo di isole disabitate su cui c’è una disputa con il Giappone sulla loro appartenenza geopolitica.

Apple ha quindi promesso di investire molti miliardi di dollari in più rispetto agli investimenti precedenti in Cina, inclusi nuovi negozi al dettaglio, strutture di ricerca e sviluppo e progetti di energia rinnovabile. Secondo quanto riferito, altri documenti interni hanno confermato che l’impegno di Apple ammontava a oltre 275 miliardi di dollari di spesa in un periodo di cinque anni.

Dai documenti e da altre informazioni scoperte da The Information, sembra inoltre che Apple sia fortemente dipendente da Tim Cook per i negoziati internazionali e che potrebbero esserci difficoltà a gestire gli affari governativi quando Cook lascerà la carica di CEO.

I media statali in Cina stanno minimizzando e mettendo in discussione questa notizia, affermando che le critiche ai legami di Apple con la Cina sono “chiaramente guidate dalla politica della sinofobia”. Inoltre, si mette anche in dubbio l’investimento di 275 miliardi, sostenendo che una quantità così grande di denaro avrebbe attirato molta più attenzione e ben prima di oggi.

Apple iPhone 13 Pro Max in sconto su

News