Apple taglia la produzione degli iPhone 13 per carenza di chip

Le ripercussioni legate alla carenza di chip si fanno sentire anche per Apple e la produzione degli iPhone 13.

Secondo un nuovo report pubblicato da Bloomberg, la continua carenza di chip sta influenzando anche la produzione degli iPhone 13.

Il report prevede che Apple ridurrà di ben 10 milioni di unità la produzione di iPhone 13 prevista per il 2021, proprio a causa della carena di chip che sta colpendo il settore tech e non solo.

Per gli ultimi tre mesi dell’anno, Apple aveva in programma di produrre 90 milioni di iPhone 13, ma alcuni fornitori come Broadcom e Texas Instruments non sono in grado di fornire un numero sufficiente di componenti. Con l’arrivo della stagione natalizia e il conseguente aumento delle richieste, è probabile che nelle prossime settimane i tempi di consegna degli iPhone 13 si allunghino notevolmente proprio a causa di questo taglio di 10 milioni di unità.

Broadcom si occupa della produzione di diversi componenti presenti su iPhone 13, come il ricevitore di alimentazione wireless e il modulo front-end, mentre Texas Instruments produce i componenti di gestione dell’alimentazione del display, i driver di array e i driver LED Flash.

La carenza di chip avrà ripercussioni anche nella produzione di Mac e iPad, visto che tali problemi di approvvigionamento dovrebbero durare fino alla prima metà del 2022.

Apple AirPods in sconto su

News