Apple invia un memo interno sulla legge anti aborto del Texas

Apple sta criticando fortemente la nuova legge che limita l'aborto in Texas.

In una nota interna inviata ai propri dipendenti, Apple fa sapere che sta monitorando la situazione sulle sfide legali contro la legge sull’aborto recentemente approvata in Texas.

apple-park

Il promemoria, che fa riferimento alla “legge sull’aborto molto restrittiva” del Texas, è stato condiviso internamente nella giornata di ieri.

In Apple, sosteniamo i diritti dei nostri dipendenti di prendere le proprie decisioni in merito alla loro salute riproduttiva“, si legge nel messaggio. “Stiamo monitorando attivamente i procedimenti legali che sfidano la legge sull’aborto molto restrittiva approvata in Texas. Nel frattempo, vogliamo ricordarti che i nostri benefici in Apple sono completi e consentono ai nostri dipendenti di viaggiare fuori dallo stato per cure mediche, se queste non sono disponibili nel loro stato di origine“.

Approvata all’inizio di questo mese, la nuova legge impone un divieto quasi totale di abortire dopo sei settimane di gravidanza. Nel tentativo di contrastare questa norma, sono partite diverse cause nel Texas che, con ogni probabilità, saranno appoggiate anche da Apple. Anche altre aziende hanno criticato la legge e si stanno muovendo per aiutare i propri dipendenti. Salesforce, ad esempio, si è offerta di ricollocare i lavoratori e le loro famiglie qualora avessero dubbi sull’assistenza sanitaria in materia di aborto. Non è chiaro se Apple abbia intenzione di istituire programmi simili.

In Texas è presente il campus Apple di Austin, che occupa migliaia di dipendenti, mentre nel 2022 verrà aperta una nuova struttura che dovrebbe ospitare fino a 15.000 lavoratori. Nello stato sono presenti anche 17 Apple Store.

Apple AirPods in sconto su

News