L’app dell’opposizione russa rimossa da Apple e Google prima delle elezioni

Apple e Google "obbligati" a rimuovere l'app Smart Voting dali rispettivi store in Russia.

L’app elettorale russa “Smart Voting” è stata rimossa dall’App Store e dal Google Play, in quella che un portavoce dell’opposizione chiama “censura politica”.

In seguito alla richiesta della Russia di rimuovere l’app con conseguenti minacce di multe, Apple e Google hanno obbedito rimuovendo l’app “Smart Voting” dai rispettivi store.

L’app, ideata dal leader dell’opposizione Alexei Navalny, attualmente in carcere, aveva lo scopo di promuovere i candidati con le migliori possibilità di successo contro i politici in carica. La rimozione di Apple e Google è avvenuta poche ore prima dell’inizio delle votazioni elettorali.

Il gruppo di controllo russo Roskomnadzor afferma che l’app promuove attività estremiste da parte della Fondazione anticorruzione (FBK). Lo sviluppatore Ivan Zhdanov ha annunciato la rimozione su Twitter e l’ha descritta come una “derisione del buon senso“. Il messaggio di Apple allo sviluppatore afferma che “Smart Voting” non sarà più sull’App Store nel paese “perché include contenuti illegali in Russia“.

Inoltre, sempre rimanendo in Russia, Apple ha disabilitato la funzione iCloud Private Relay per iOS 15, iPadOS 15 e macOS Monterey. Come notato da diverse persone su Twitter e segnalato da iPhones.ru, la funzione era inizialmente disponibile, ma ora non funziona più. Apple dice agli utenti che iCloud Private Relay non è supportato nel paese.

Apple AirPods in sconto su

News