Google Search si aggiorna con gli sfondi personalizzabili su i OS

Scopriamo le novità dell'app Google Search per iOS e i consigli di Google per sfruttare al meglio l'app.

Google Search ha aggiunto simpatici sfondi personalizzabili per i widget su iPhone, insieme ad altre novità minori.

google widget

I nuovi widget

L’app Google Search su iOS offre due widget, a partire da una semplice scorciatoia 1×1 che apre immediatamente il campo di ricerca e la tastiera per inserire una query. Il widget più grande di Google consente anche di accedere rapidamente a Lens, eseguire una ricerca vocale ed effettuare una ricerca in incognito.

Quando sono stati implementati per la prima volta, gli sfondi di questi widget erano chiari o scuri per adattarsi al tema del sistema, ma ora Google ha aggiornato l’app per supportare gli sfondi personalizzati. Per modificarli, apri l’app e seleziona l’avatar del tuo profilo, quindi vai in Generale > Widget > Tema widget. Qui troverai sette opzioni di modifica.

La prima è “Predefinito di sistema” per seguire le impostazioni del tuo iPhone, mentre “Chiaro” o “Scuro” ti consentono di impostare la tipologia desiderata indipendentemente dal tema di sistema. Le opzioni più interessanti sono Earth, Travel, Abstract art e  Solid colors.

Ognuna di queste opzioni offre decine di sfondi diversi che puoi selezionare manualmente o impostare su “Aggiorna quotidianamente“, proprio come gli sfondi su Android. Oltre alla modifica dello sfondo, Google ha anche modificato i pulsanti in modo che corrispondano al tema scelto.

I consigli di Google

Google ha anche condiviso una serie di suggerimenti e trucchi preferiti da sfruttare con le app Google per iPhone e iPad. Per quanto riguarda i widget, Google pone l’accento sull’app Google Foto e la possibilità di avere sulla schermata Home le foto degli anni passati, dei momenti salienti e delle attività preferite.

Per quanto riguarda Chrome, viene ricordata la funzione Handoff che consente di riprendere la navigazione sul tuo Mac proprio dove era stata interrotta su iPhone, e viceversa. Questa opzione può essere attivata nelle impostazioni dell’app, andando in Privacy e abilidando la voce Handoff.

Gli altri consigli includono l’invio di indicazioni stradali da Google Maps a iPhone, l’utilizzo di un collegamento Siri con Google News, la configurazione di Face/Touch ID per Google Drive e altro ancora.

  • Invia indicazioni stradali al tuo iPhone dal computer: puoi inviare indicazioni stradali al tuo dispositivo iOS in Mappe. Basta fare clic sul pulsante “Invia al telefono” su Google Maps desktop. Questa funzione è particolarmente utile quando stai per uscire di casa.
  • Consegna immediata delle notizie: qui si parla della scorciatoia Siri per Google News. Le scorciatoie di Siri rilevano automaticamente le routine di utilizzo dell’app e le suggeriscono quando è più probabile che tu voglia leggerle, ad esempio la mattina.
  • Navigazione in incognito: nell’app Google, premi a lungo il tuo avatar per passare alla modalità di navigazione in incognito. Questo può essere particolarmente utile se hai bisogno di usare il tuo iPhone come dispositivo di lavoro e personale.
  • Schermata della privacy: se lavori in pubblico e desideri un ulteriore livello di privacy, puoi richiedere a Face o Touch ID di accedere alla tua app Google Drive per mantenere privati ​​i tuoi file.
  • Consenti all’assistente di trovare il tuo telefono: tutto quello che devi fare è abilitare l’app Assistente Google su iPhone. Successivamente, potrai dire “Ehi Google, dov’è il mio telefono?” per avere le informazioni necessarie.

E voi, sfruttate al meglio le app Google su iPhone?

iPhone 12 Viola in sconto su

Aggiornamenti