Apple pubblica il nuovo report “Un giorno nella vita dei tuoi dati” dedicato alla privacy di iOS

Il nuovo report realizzato da Apple evidenzia tutte le novità integrate su iOS per proteggere la privacy.

Apple ha pubblicato un nuovo report dedicato alla privacy e denominato “Un giorno nella vita dei tuoi dati” con dettagli aggiornati sulle nuove funzioni sviluppate dall’azienda per proteggere i dati degli utenti.

dati privacy apple

Il nuovo report si concentra sulla tecnologia “dietro le quinte” che Apple utilizza per gestire l’impatto che la pubblicità mirata ha sulla privacy degli utenti. Il documento viene pubblicato in vista dell’imminente lancio della funzione di trasparenza del tracciamento integrata in iOS 14.5.

La seconda versione di “A Day in the Life of Your Data” aiuta gli utenti a capire meglio come “le società di terze parti tengono traccia delle loro informazioni su app e siti web“. Il documento si concentra anche sui modi in cui Apple lavora per rendere il tracciamento più trasparente e offrire agli utenti un maggiore controllo.

trasparenza tracciamento

Apple descrive in dettaglio come funziona la pubblicità mirata, comprese le aste e le attribuzioni degli annunci.

Poiché il processo di asta degli annunci avviene in una frazione di secondo, sia gli acquirenti che i venditori raccolgono, scambiano e utilizzano i dati personali per fare offerte per spazi e mostrare annunci“, spiega Apple. L’attribuzione dell’annuncio avviene quando gli inserzionisti tengono traccia del comportamento dell’utente dopo la visualizzazione della pubblicità, così da valutarne il rendimento.

Apple spiega che gli inserzionisti possono “gestire l’impatto delle loro campagne pubblicitarie sui gruppi senza tenere traccia dei singoli utenti“. Nel report vengono fatti due esempi:

  • SKAdNetwork: consente agli inserzionisti di sapere quante volte un’app è stata installata dopo che gli annunci sono stati visualizzati, in modo che possano misurare l’impatto della loro campagna pubblicitaria. Tuttavia, queste informazioni sono progettate per non condividere dati a livello di utente o dispositivo, quindi gli inserzionisti non tengono traccia di dati singoli.
  • La Private Click Measurement ​​per le app in iOS e iPadOS 14.5 consente agli inserzionisti di misurare l’impatto degli annunci che indirizzano gli utenti a un sito Web, riducendo al minimo la raccolta dei dati utilizzando l’elaborazione sul dispositivo. Dopo che un utente ha fatto clic su un annuncio per un prodotto all’interno di un’app, il browser Web stesso, utilizzando la misurazione dei clic privati, può fornire agli inserzionisti informazioni sul fatto che un utente ha effettuato un clic sul proprio annuncio e che ha portato a un determinato risultato sul proprio sito Web, ad esempio un visita o un acquisto, senza fornire altre informazioni specifiche

Spiega Apple:

A breve metteremo a disposizione un aggiornamento beta con una nuova funzione nper la trasparenza nel tracciamento: le app saranno obbligate a ottenere il consenso dell’utente prima di tracciare i suoi dati nelle app e nei siti web di altre aziende. In Impostazioni, sarà possibile vedere quali app hanno richiesto
il consenso e modificare le proprie scelte. Si tratta di un’innovazione già approvata da molte organizzazioni che si occupano di privacy e che sarà implementata su larga scala in primavera con la prossima release di iOS 14, iPadOS 14 e tvOS 14.

Nel progettare questa funzione, Apple ha cercato di offrire all’utente più trasparenza e controllo pur continuando a permettere gli annunci commerciali, che ritiene un modo adeguato per sostenere app e contenuti web. In passato l’introduzione di funzioni come il sistema antitracking intelligente di Safari ha dimostrato che si può fare pubblicità in modo efficace anche mantenendo intatta la privacy di consumatori e consumatrici. La funzione per la trasparenza nel tracciamento da parte delle app permette all’utente di scegliere con più consapevolezza quali app utilizzare e quali permessi concedere. Sarà l’utente a decidere se autorizzare o meno il tracking: se si fida e dà il suo consenso, chi ha sviluppato l’app potrà continuare a tracciare le sue attività.

Il report completo è disponibile qui e mostra nel dettaglio i modi in cui le aziende tracciano i dati degli utenti attraverso siti web e app. L’aggiornamento contiene adesso anche nuove informazioni su aste pubblicitarie e sull’attribuzione della pubblicità.

AirPods Max in sconto su

News