Apple: multa in Brasile per non aver incluso il caricabatterie nella confezione dell’iPhone 12

Continua la battaglia tra Apple e Procon-SP in Brasile, che ha deciso di multare l'azienda di Cupertino.

Procon-SP, l’agenzia pubblica per la tutela dei consumatori dello Stato di San Paolo, ha deciso di sanzionare Apple con una multa per aver venduto l’iPhone 12 senza caricabatterie in confezione.

multa apple

La battaglia tra Procon-SP ed Apple è iniziata lo scorso dicembre. Secondo Procon-SP, l’azienda di Cupertino doveva fornire un caricabatterie a chiunque avesse acquistato l’iPhone 12 e lo avesse richiesto. Il 19 marzo è quindi arrivata una multa di 10.546.442,48 real (circa 1,9 milioni di dollari) per non aver spiegato adeguatamente la decisione di escludere il caricabatterie dalla confezione di vendita.

La multa è stata accompagnata anche da altre accuse nei confronti della società di Cupertino, tra cui pubblicità ingannevole e vendita di dispositivi con difetti di fabbrica. Inoltre, Apple non sarebbe riuscita a mantenere termini contrattuali equi con i consumatori e non avrebbe riparato i dispositivi in ​​garanzia. Molte accuse riguardano l’impermeabilità dell’iPhone, che secondo i consumatori non sarebbe sufficiente. Molti dispositivi, una volta immersi in acqua, avrebbero infatti smesso di funzionare, ma Apple avrebbe negato la riparazione in garanzia.

Apple deve capire che in Brasile esistono leggi e istituzioni solide per la protezione dei consumatori. Deve rispettare queste leggi e queste istituzioni.

Apple adesso avrà l’opportunità di chiedere a Procon-SP di rivalutare la sua decisione, oppure potrebbe passare direttamente al sistema giudiziario per cercare di ottenere un risultato più favorevole. Ovviamente, l’azienda potrebbe anche decidere di pagare la multa e cambiare le sue pratiche in Brasile.

iPhone 12 in sconto su

News