Twitter sperimenta i gruppi di chat audio con Spaces

Twitter continua a sperimentare e per una nuova funzione che arriva, ne abbiamo una che viene rimossa.

Twitter non è estraneo agli esperimenti. Ultimamente, ha provato davvero diverse funzionalità, alcune delle quali stanno prendendo piede e altre sono state rimosse.

Twitter

La società ha annunciato tramite tweet che il suo ultimo esperimento, Spaces, è ora pubblicamente in fase di test. Spaces è uno spazio in cui gli utenti possono creare chat audio “incentrate sull’intimità della voce umana“. L’idea è di fare in modo che Spaces “sembri una cena ben organizzata“. Potrebbe sembrare quasi una risposta di Twitter ad alcune delle migliori app di messaggistica, ma nessuno sa cosa sta effettivamente cercando di fare Twitter con questa funzione.

Sulla base degli screenshot pubblicati da Jane Manchun Wong, Spaces appare piuttosto minimale e sembra funzionare come una sorta di meeting diretto. Le miniature che rappresentano gli utenti in un determinato spazio verranno etichettate in base a ciò che sta accadendo. Ad esempio, se qualcuno sta parlando, verrà visualizzata una forma d’onda sotto la miniatura e verrà etichettato come “Oratore” a meno che non sia l’host dello spazio, nel qual caso verrà etichettato come tale. Un’icona in basso consente ai membri del gruppo di richiedere di parlare, e la loro etichetta cambierà da “Ascoltatore” a “Oratore”, supponendo che l’ospite dia loro il permesso.

Per una funzione che arriva, ne abbiamo una che invece viene rimossa. Stiamo parlando di “Tweet di citazione” che consentiva di trovare facilmente i retweet con commenti. Inoltre la funzione era pensata per incoraggiare un’amplificazione più ponderata dei tweet, in modo che gli utenti non si limitassero a ritwittare qualcosa senza la dovuta considerazione. A quanto pare, però, le cose non sono andate bene.

Speravamo che questo cambiamento incoraggiasse un’amplificazione ponderata e aumentasse anche la probabilità che le persone aggiungessero i propri pensieri, reazioni e prospettive alla conversazione. Tuttavia, abbiamo osservato che la richiesta di Tweet con citazione non sembra aumentare il contesto: il 45% dei Tweet con citazione aggiuntivi includeva solo una singola parola e il 70% conteneva meno di 25 caratteri.

Di conseguenza, Twitter ha deciso di ripristinare l’azione di retweet al suo comportamento originale e gli utenti non vedranno più il prompt “Cita Tweet” quando toccano il pulsante Retweet.

iPhone 12 (64GB) in offerta su

News