Apple rimanda l’evento di marzo a causa del coronavirus

Apple avrebbe deciso di posticipare l’evento di marzo dedicato all’iPhone 9 e ai nuovi iPad Pro con tripla fotocamera.

Come riportato da Cult of Mac, Apple avrebbe preso questa decisione per evitare grandi assembramenti di persone all’interno dell’Apple Park, visto che un keynote avrebbe richiamato centinaia di giornalisti. Stando agli ultimi rumor, l’evento si sarebbe dovuto tenere il 31 marzo, con Apple pronta a presentare iPhone 9 (o iPhone SE 2), iPad Pro e, probabilmente, AirTag.

Tra l’altro, la contea di Santa Clara (dove si trova la città di Cupertino) ha vietato tutti le manifestazioni con almeno 1.000 partecipanti fino all’1 aprile. In pratica, anche a livello legale, Apple avrebbe avuto serie difficoltà ad organizzare l’evento entro il 31 marzo, per questo l’azienda avrebbe deciso di posticiparlo di un paio di settimane.

Inoltre, non va dimenticato che la produzione in Cina è ripresa solo da pochi giorni, quindi iPhone 9 e altri dispositivi probabilmente non sarebbero stati pronti nel giorno di lancio previsto da Apple: un ritardo di qualche settimana servirà anche a far produrre più dispositivi in vista del debutto ufficiale dei vari prodotti.

Ovviamente, non possiamo escludere che Apple decida di annullare del tutto questo evento, soprattutto se la situazione coronavirus non dovesse migliorare da qui a metà aprile. In quel caso, l’azienda potrebbe limitarsi a presentare i nuovi prodotti con un comunicato stampa.

Ricordiamo che anche la Worldwide Developers Conference che si svolge a giugno è a rischio. L’evento attira normalmente circa 5.000 sviluppatori che si riuniscono al McEnery Convention Center di San Jose, in California.

News