Dr. Mario World, all’attacco dei virus – RECENSIONE

21 luglio 2019 di Luca Ansevini

Mario, l’idraulico Nintendo più famoso del mondo, ritorna su iPhone mettendo da parte i panni dell’idraulico per vestire il camice da dottore pronto per dare battaglia a tanti terribili virus. Da alcuni giorni è infatti disponibile Dr. Mario World per iOS e dopo alcuni giorni siamo pronti per parlarvi della divertentissima caccia ai virus di Nintendo.

Con il nuovo Dr. Mario World l’azienda di Kyoto porta avanti la sua missione di conquista del mondo mobile, ormai sempre più terreno fertile e sopratutto fucina di titoli di grandissimo spessore. La nuova versione del titolo dedicato al Dr Mario riporta in auge uno dei più apprezzati titoli disponibili su Game Boy, migliorandone ovviamente tutti i connotati per rispondere ai dettami del gaming moderno sia dal punto di vista del gameplay che dal punto di vista grafico.

Per chi non avesse avuto occasione di provare il titolo originale i tratti sono simili sotto molti aspetti al ben noto Tetris, con ovviamente le dovute differenze. Lo scopo infatti è quello di uccidere tutti i virus presenti in ogni singolo livello sfruttando le pillole del Dr. Mario. Le pillole colorate potranno essere ruotate in modo da creare le concatenazioni dello stesso colore che uccideranno i virus e lo scopo è ovviamente quello di uccidere tutti i virus presenti nel livello; una volta terminato il livello ci verrà attribuito un punteggio al quale corrisponderà un determinato numero di stelle (fino ad un massimo di 3). A differenza però del titolo originale le pillole andranno introdotte dal basso ed avremo a disposizione, nel corso dei 200 livelli disponibili, anche diversi potenziamenti all’interno dei livelli come i gusci, che faranno filotto di virus, ma anche bombe oltre ad ostruzioni, blocchi e barriere che renderanno mano a mano il gioco sempre più complesso allo scopo di differenziare e modernizzare il gameplay rispetto al titolo originale.

A dare maggior vigore al nuovo titolo Nintendo ci sono anche i potenziamenti dei vari personaggi che andranno a costituire un elemento di notevole varietà ma sopratutto una componente chiave per la strategia con la quale affrontare ogni singolo livello. Dopo alcuni livelli infatti studiare bene i potenziamenti da utilizzare sarà estremamente importante per poter ottenere il massimo punteggio.

Il vero punto debole del titolo risiede però nel sistema di microtransazioni studiato da Nintendo. Il titolo infatti viene offerto in modalità totalmente gratuita come ormai prassi diffusa all’interno del mondo gaming mobile. Questo si traduce però in un sistema di gioco ‘a gettoni’ che risulta onestamente un pochettino forzato e a tratti quasi frustrante. E’ infatti impossibile giocare per lunghe sessioni senza investire qualcosa nell’acquisto di ulteriori cuori e questo è un vero peccato in quanto questi metodi, molto diffusi, obbligano il giocatore solo a brevi sessioni nel caso in cui non si voglia investire denaro (virtuale e fisico) per l’acquisto di ulteriori crediti di gioco. Tale modus operandi potrebbe pertanto a lungo termine stancare il giocatore, portando all’abbandono del gioco in breve tempo.

Tale sistema di microtransazioni non è invece presente nella modalità multiplayer online, che risulta probabilmente la componente meglio riuscita di Dr. Mario; la modalità è infatti estremamente divertente e grazie alla possibilità di sfidare i propri amici potrebbe di sicure essere la modalità maggiormente fruita dai giocatori, complice come detto poco fa l’assenza delle microtransazioni a gettone.

Sotto l’aspetto grafico il titolo risulta estremamente piacevole e fluido nel suo complesso, complice anche la non eccessiva complessità grafica richiesta dal titolo. Ad inficiare negativamente però troviamo i caricamenti, decisamente troppo frequenti ed in alcuni casi decisamente estenuanti. Ci sarà ovviamente tempo per ottimizzare questo aspetto ma per il momento la necessità di snellire l’attesa tra un livello e l’altro è una priorità importante al fine di rendere il gioco maggiormente accessibile.

Nel complesso il titolo proposto da Nintendo è sicuramente un’interessante evoluzione moderna dell’apprezzatissimo Dr. Mario, un’evoluzione ben riuscita sotto il profilo del gameplay ma che ritrova nel sistema di microtransazioni invasivo uno scoglio non da poco in termini di godibilità. La modalità freemium non è senza dubbio da demonizzare ed il successo di molti titoli recenti lo dimostra, tuttavia quando essa va a penalizzare eccessivamente la fruizione del gioco pensiamo che occorra fermarsi un attimo e rivalutare con attenzione il modello di business proposto, prima di rendere estenuante un’esperienza videoludica piacevole e nel complesso davvero ben riuscita.

 

Scarica – GRATIS

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.