Maxell fa causa ad Apple per violazione di alcuni brevetti

16 marzo 2019 di Giuseppe La Terza

Maxell, produttore di dispositivi di memorizzazione magnetica e hardware, ha lanciato una causa contro Apple accusandola di aver violato 10 brevetti negli Stati Uniti, alcuni dei quali ereditati da Hitachi.

Tre dei brevetti sono collegati alla navigazione a piedi, e Maxell cita funzioni come Trova i miei amici e percorsi pedonali su Apple Maps come infrazioni. Un altro brevetto, invece, riguarda il design della fotocamera di Apple e un altro ancora riguarda la comunicazione wireless per i trasferimenti di file (AirDrop).

Sono citati anche altri brevetti che sembrano essere stati violati, tra cui alcuni relativi alla tecnologia di copertura cellulare, per il controllo del consumo energetico e per lo sblocco di un dispositivo con un altro. Sembra che ad essere interessati da questa violazione di brevetti ci siano una vasta gamma di dispositivi Apple, inclusi iPhone, iPad e Mac fino ai modelli 2018.

La compagnia ha inoltre aggiunto che Apple sia a conoscenza ormai dal giugno 2013 di questa violazione di brevetti, eppure nonostante i diversi incontri tra i rappresentanti delle due aziende, nei quali Maxell ha fornito prove e informazioni dettagliate ad Apple, l’azienda di Cupertino non ha mai voluto raggiungere un accordo che fosse reciprocamente vantaggiosa.

Apple probabilmente cercherà di far archiviare il caso o di risolverlo in via extragiudiziale, dato i costi potenziali che potrebbero venire fuori in caso l’azienda dovesse perdere la causa.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.