Brevetto Apple: Face ID più sicuro grazie alla scansione delle vene

15 Maggio 2018 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Apple sta lavorando per rendere il Face ID ancora più sicuro, come dimostra l’ultimo brevetto pubblicato nei giorni scorsi.

Il brevetto, intitolato “Vein imaging using detection of pulsed radiation“, esplora la possibilità di scansionare anche le vene presenti sul volto dell’utente, così da offrire un ulteriore livello di autenticazione biometrica. Grazie alla lettura dei vasi sanguigni, l’iPhone andrebbe a creare una mappa 3D ancora più precisa del volto dell’utente, in grado anche di distinguere due gemelli identici.

Questo Face ID sarebbe quindi in grado di utilizzare un emettitore a infrarossi e un apposito ricevitore per rilevare i modelli dei vasi sanguigni presenti sulla superficie della pelle.

I dati generati dalla luce IR riflessa vengono elaborati per generare un’immagine dei vasi sanguigni all’interno dell’area definita. Nel brevetto si parla di un utilizzo sia sulle mani che sul volto. Ed è proprio questo secondo step che potrebbe essere integrato in un prossimo sistema Face ID.

Si andrebbe così a migliorare la scansione del volto e a limitare ancora di più i rischi di falsi positivi, soprattutto per quanto riguarda gemelli identici.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.