Apple chiede la modifica delle norme sui test per la guida automatica

Dopo aver ottenuto il permesso per testare la piattaforma di guida autonoma sulle strade della California, Apple ha appoggiato una proposta avanzata da Tesla per far modificare alcune norme in materia.

In una lettera inviata allo stato della California, Apple chiede delle modifiche alle norme che regolano i test per le vetture con guida automatica. Tali modifiche sono molto simili a quelle proposte mesi fa anche da Tesla.

Nelle lettera, Apple scrive che sta investendo notevoli somme di denaro nello studio dell’apprendimento automatico e dell’automazione delle vetture, e che è entusiasta del potenziale di questi sistemi in molti settori legati al trasporto. L’azienda crede però che le attuali norme sui test delle vetture con pilota automatico siano da rivedere:

Crediamo che l’accettazione da parte del pubblico sia essenziale per l’avanzamento dei lavori sui veicoli automatizzati. L’accesso trasparente e intuitivo ai dati sulla sicurezza di questi veicoli è fondamentale per ottenere il consenso e l’accettazione del pubblico. Tuttavia, le regole attuali non raggiungono questo risultato.

Inoltre, Apple ritiene che non sia necessario e obbligatorio segnalare quando viene provata una tecnologia di guida autonoma, soprattutto nelle prime fasi. Questo aspetto, infatti, rende pubblici i test di qualsiasi azienda, e in caso di problemi il pubblico potrebbe guardare con diffidenza l’utilizzo dei veicoli automatizzati. La proposta di Apple è quella di rendere anonimi i test, ma di condividere tutti i dati con il pubblico.

News