Apple Music e Spotify integrano i remix di Dubset

07 ottobre 2016 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Da oggi, Apple e Spotify hanno attivato l’accesso ai remix non ufficiali caricati dagli utenti, grazie alla partnership con Dubset.

schermata-2016-10-07-alle-10-12-37

Per la prima volta, Apple Music dà accesso ad una serie di remix creati da utenti di tutto il mondo, fornendo agli abbonati la possibilità di ascoltare i brani gestiti da Dubset. Gli stessi remix sono disponibili anche su Spotify.

Proprio a causa di restrizioni nelle licenze d’uso, in passato i due servizi di streaming audio non avevano dato mai accesso ai remix di brani noti realizzati da altri utenti, ma grazie all’accordo con Dubset adesso è possibile ascoltare anche questa tipologia di brani.

Usando algoritmi proprietari, Dubset è in grado di identificare i remix caricati dagli utenti relativamente a ciascun brano “noto”, consentendo quindi di trovare facilmente la musica richiesta. Sempre grazie a questo algoritmo, la società riconosce automaticamente i brani caricati, dando alle etichette discografiche le relative royalties. Il sistema funziona molto bene, tanto che le varie etichette permettono a Dubset di distribuire la musica tramite i propri servizi, che da oggi sono integrati anche in Apple Music e Spotify.

[via]

 

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.