La crisi economica in Finlandia? Colpa di Steve Jobs

Non è colpa dell’Euro e nemmeno della Germania. La crisi economica che sta attanagliando la Finlandia ha un solo colpevole: Steve Jobs. A dirlo è stato il Primo Ministro finlandese Alexander Stubb.

6a0120a5580826970c01a511dafca0970c-800wi

Il 46enne Primo Ministro ha detto in un’intervista che il più grande colpevole della crisi economica del paese è Steve Jobs. E’ stato proprio il co-fondatore di Apple ad aver quasi “ucciso” l’economia finlandese, che ora sta vivendo la sua peggiore crisi degli ultimi 20 anni.

Non si tratta di una battuta, ma di una tesi che Alexander Stubb porta aventi da tempo: dal 2008 ad oggi, la Finlandia ha vissuto una crisi economica come non se ne ricordavano da tempo, a causa del successo di iPhone e iPad che hanno surclassato Nokia. La più nota azienda finlandese, da regina incontrastata della telefonia, è diventata pian piano un’attrice marginale nel mercato degli smartphone, proprio per non essere riuscita a competere con i dispositivi Apple.

Stubb non ha quindi dubbi: “Steve Jobs ha tolto posti di lavori ai finlandesi“.

L’opinione di un Primo Ministro va sempre rispettata, ma dare la colpa del fallimento di Nokia a Steve Jobs non aiuterà certo la Finlandia ad uscire dalla crisi. Se fosse vero quello che dice Stubb, allora anche altre aziende come Samsung o LG sarebbero dovute fallire, ed invece sono riuscire a proporre terminali interessanti che hanno dato filo da torcere ad Apple. Nokia, invece, si è cullata dei suoi successi per troppi anni, per poi svegliarsi dal sogno e capire che ormai era troppo tardi. Ed ora è diventata (purtroppo!) una succursale di Microsoft.

Ma non ditelo al Primo Ministro…

[via]

 

 

News