iTunes 11, più che un semplice aggiornamento – La recensione di iPhoneItalia

Dopo averlo provato per qualche ora, a partire dalle primissime che ne hanno seguito il rilascio, in questo articolo andiamo a proporvi la nostra recensione completa del nuovo iTunes 11, un player musicale già ottimo che si arricchisce con una grafica semplice e pulita mantenendo la praticità d’uso di sempre.

È incredibile come Apple sia riuscita a creare un’attesa come poche per un semplice aggiornamento di un programma tanto amato e odiato come iTunes. Un’attesa che è stata ben alimentata (seppur in modo involontario) dai ritardi in fase di rilascio del programma, che di fatto è arrivato con un mese di ritardo rispetto alle aspettative, ma che al tempo stesso è stata ripagata dalla qualità complessiva del software in questione.

Minimale, elegante, veloce ed intuitivo. Sono probabilmente questi gli aggettivi che meglio descrivono il nuovo iTunes 11, un autentico capolavoro di Apple tra funzionalità e design. Il nuovo programma è semplice, snello e facile da usare. Ci si prende subito la mano, anche se si era abituati ad utilizzare iTunes 10.7 o precedenti versioni.

Ma partiamo dalla grafica, senza dubbio l’aspetto più interessante e particolare di iTunes 11. Personalmente non credo di aver mai utilizzato un programma o un’applicazione con un design pari a quello del nuovo iTunes. Attualmente non credo si possa far meglio. La grafica di iTunes 11 non è solo semplice, pulita ed elegante, ma è soprattutto funzionale: l’utente si troverà subito a suo agio e saprà benissimo come trovare ciò che desidera, anche se non ha mai utilizzato iTunes 11 in precedenza. Magari gli utenti di vecchia data potranno reputare “troppo semplice” iTunes 11 e magari non in linea con le precedenti versioni, ma nel complesso l’applicazione ha guadagnato davvero tanto dal punto di vista grafico e funzionale.

Il modo migliore per apprezzare (e far apprezzare) i cambiamenti apportati all’interfaccia di iTunes sta nel dare un’occhiata alla nuova visualizzazione degli Album. Adesso, infatti, cliccando una volta sulle icone degli album, questi verranno aperti e potremo visualizzare tutti i brani contenuti all’interno (con tanto di numerazione e durata). Fino a qui, nulla di speciale. Se però osservate l’immagine posta qui sopra e subito dopo quella seguente, potrete notare come l’interfaccia in stile cartelle di iOS si adegui cromaticamente in base alla tinta dominante dell’album aperto (la cui copertina viene visualizzata con un piacevole effetto specchio sulla destra).

Abbiamo anche un nuovo pulsante “Nello Store” che ci permette di completare gli album presenti nella nostra libreria con i brani mancanti presenti su iTunes Store. l bello è che questa interfaccia, per quanto possa sembrare pesante, in realtà viene caricata senza rallentamenti anche sui Mac meno recenti. Un vero piacere per gli occhi che non mina la praticità d’utilizzo del programma, anzi la migliora in tantissimi casi.

Apprezzato quello che, personalmente, reputo il particolare più carino dal punto di vista grafico di iTunes 11, concentriamoci sul resto dell’interfaccia. Come potete notare dalle immagini, in iTunes 11 scompare la barra laterale che era presente nelle precedenti versioni del programma (la si potrà riattivare in qualsiasi momento dal menu Vista > Mostra barra laterale). I controlli multimediali (avanti, indietro, play/pausa, ecc) adesso sono realizzati con lo stesso stile utilizzato da Apple per l’applicazione Musica di iOS 6 per iPhone e iPad, così come lo slider per il volume. La sezione centrale della barra superiore di iTunes 11 è invece del tutto identica a quella dell’applicazione Musica dell’iPad, con un’anteprima della copertina dell’album in riproduzione, i controlli per la riproduzione ciclica e il casuale, e una classica barra di avanzamento con titolo e album di appartenenza del singolo brano in ascolto.

Molto interessante è la possibilità di poter creare delle playlist On-The-Go (per chiamarle come erano indicate sui vecchi iPod), ossia delle playlist “usa e getta” che vi permettono di creare una scaletta di riproduzione temporanea.

Quando inizierete a riprodurre un album, la playlist On-The-Go verrà creata in automatico, mentre se deciderete di riprodurre una singola canzone, potrete aggiungerne una seconda, una terza e così via semplicemente premendo con il tasto destro su un brano e scegliendo l’opzione “Aggiungi a Successivi“. Una funzione davvero comoda che, come dicevamo, era già presente sui vecchi iPod e fa ora il suo gradito ritorno in iTunes 11.

E che dire della ricerca integrata di iTunes 11? Un vero capolavoro. In un primo momento potrebbe spiazzare, specialmente se si era abituati alla visualizzazione in tempo reale dei risultati di ricerca, ma nel complesso i passi in avanti sono veramente tanti. Adesso, infatti, quando inizieremo a digitare del testo nella specifica barra in alto a destra, comparirà un nuovo menu a tendina in pieno stile Spotlight in cui saranno visualizzati i risultati rapidi organizzati per brano, artista, album e tipologia di file (video, libri, podcast, ecc).

Questo permetterà di individuare rapidamente l’album o il brano che si intende riprodurre; in alternativa, premendo il tasto “Invio” dopo aver digitato le parole chiave della ricerche, i contenuti visualizzati all’interno della schermata principale di iTunes verranno snelliti lasciando solo quelli che corrispondono alla ricerca eseguita.

Come accennato solo in parte in precedenza, iTunes 11 mantiene diverse modalità di visualizzazione dei brani contenuti nella nostra libreria. Di default sarà attiva la nuova vista “Album”, ma potremo sempre passare alla tradizionale “Brani” oppure all’organizzazione per “Artisti” che fu una delle più importanti novità delle precedenti versioni di iTunes ma che con iTunes 11 si migliora ulteriormente con una nuova barra laterale in cui troviamo tutti i nomi degli artisti. Abbiamo poi una vista dedicata ai video, una per le playlist e infine una per le web radio. In più, come caratteristica esclusiva di iTunes 11, troviamo un nuovo menu a tendina sulla sinistra che ci permette di muoverci rapidamente tra la nostra musica, i video, i podcast, i programmi TV, i contenuti di iTunes U, i libri, le App e le suonerie presenti nella libreria di iTunes. Se si attiva la visualizzazione della barra laterale, questo menu scompare in automatico.

In iTunes 11 troviamo una migliore integrazione tra OS X e iOS: come saprete, iTunes viene anche utilizzato per sincronizzare i dispositivi mobile di Apple con i Mac e i PC. In iTunes 11 è stato inserito un nuovo pulsante dedicato ai dispositivi iOS che, se premuto, rivela un menu a tendina, che permette di ricevere rapidamente alcune informazioni sui terminali che si interfacciano normalmente con il vostro computer. In basso vedete un esempio di visualizzazione: i dispositivi vengono visualizzati con un’immagine standard (che tuttavia rispecchia il colore del prodotto) ed è possibile anche ottenere informazioni sulla capacità dei prodotti, sulla quantità di spazio libero e sullo stato della ricarica (se il dispositivo è in ricarica, come l’iPad nell’immagine in basso, visualizzerete la percentuale di batteria e lo stato della ricarica). Si potranno anche espellere i dispositivi da iTunes con un apposito tasto, il solito già presente in passato. Cliccando su una delle raffigurazioni di questi dispositivi o sui relativi nomi, verrete rimandati alla pagina di gestione degli stessi.

La nuova schermata che vi si aprirà dinanzi sarà molto simile a quella presente nelle precedenti versioni di iTunes, ma con qualche accorgimento grafico che la va ad uniformare al design generale di iTunes 11. In particolare troviamo una nuova barra per la visualizzazione dello spazio occupato/libero e una differente raffigurazione dei dispositivi connessi (molto carina l’indicazione dei GB del dispositivo). È anche presente una nuova voce “Su iPad” o “Su iPhone” che permette di scoprire quali contenuti (musica, libri, programmi TV, video e suonerie) sono stati trasferiti o eventualmente scaricati da iTunes Match su uno dei dispositivi legati al vostro computer. Se deciderete – come da default – di utilizzare iTunes 11 in fullscreen, per uscire dalla schermata di gestione dei dispositivi iOS dovrete premere sul pulsante “Fine” oppure spostarvi in un’altra sezione di iTunes.

Parlando invece degli Stores di Apple, anche questi sono stati ridisegnati con iTunes 11. Adesso, infatti, potremo utilizzare la stessa interfaccia grafica presente su iPhone e iPad per muoverci con semplicità tra le pagine e le sezioni di iTunes Store, App Store e iBookstore. Ecco, ad esempio, come appare l’iTunes Store, ossia il negozio di musica di Apple da cui è possibile acquistare brani, album, videoclip, ecc.

Allo stesso modo appaiono anche l’App Store (il negozio di applicazioni di Apple) e l’iBookstore (store dedicato all’acquisto o al semplice download di libri digitali compatibili con iPhone e iPad). Lo stesso tipo di visualizzazione è stato adottato anche per i Podcast (che ora hanno una categoria a parte) e per i contenuti di iTunes U, questi ultimi dedicati agli studenti universitari.

Gli Stores di Apple sono ora accessibili tramite un nuovo pulsante, denominato per comodità “iTunes Store”, che troverete accanto a quello dei dispositivi iOS, sulla destra. Per tornare alla Libreria, si dovrà premere lo stesso pulsante che visualizzerà, in questo caso, il nome della sezione di iTunes a cui si vuole ritornare.

Arriviamo ora alla novità forse più interessante di iTunes 11: il nuovo MiniPlayer. Intanto, cosa è il MiniPlayer di iTunes? Si tratta della versione ridotta del player musicale di Apple, tanto ridotta da risultare fin troppo minimale ma al tempo stesso più che efficiente. Curiosi di sapere come appare il nuovo MiniPlayer? Eccolo qui.

Il MiniPlayer di iTunes 11 può essere attivato tramite una specifica icona posta in altro a destra nell’interfaccia del programma e permette di visualizzare la copertina dell’album in riproduzione, il titolo del brano e l’autore dello stesso. Abbiamo anche in questo caso un pulsante che ci permette di controllare le playlist On-The-Go e il pulsante per la ricerca rapida.

Proprio la ricerca è un altro aspetto molto interessante del nuovo MiniPlayer: in questo modo, infatti, se si vorrà utilizzare iTunes in versione super-ridotta, si potrà comunque scegliere un album o una canzone da riprodurre in modo molto semplice. Si rinuncia quindi solo alla grafica con il nuovo MiniPlayer, non alle funzionalità. O meglio, non a tutte le funzionalità.

E abbiamo così completato l’analisi delle funzionalità di iTunes 11. Dal punto di vista dell’utilizzo, non abbiamo avuto particolari problemi a prendere confidenza con il nuovo iTunes: i nuovi pulsanti e le funzionalità interattive risultano senza dubbio adeguate ad un programma che aveva bisogno di un profondo ringiovanimento. Per quanto riguarda le performances, iTunes 11 sembra essere anche leggermente più veloce di iTunes 10.7 e anche l’impatto sulla RAM sembra più dolce.

Essendo iTunes 11 un programma relativamente giovane (va considerato che è stato praticamente riscritto da zero rispetto alle precedenti versioni) la presenza di bug e imperfezioni non è ovviamente scongiurata, ma è anzi più che giustificabile. Per il momento abbiamo notato solo due problemi che si sono presentati solo in un caso e subito dopo l’installazione dell’aggiornamento.

Il primo riguarda l’iTunes Store che veniva caricato nella versione statunitense pur essendo connessi con un account italiano; è bastato eseguire il logout e ricollegarsi con il proprio Apple ID per risolvere. Il secondo problema, invece, interessa iTunes Match, che nel processo di aggiornamento è stato inavvertitamente disattivato su uno dei nostri Mac; in questo caso la soluzione ha previsto semplicemente il reinserimento delle credenziali del proprio Apple ID alla voce “iTunes Match” su iTunes Store. Problemi comunque marginali che, tra l’altro, si sono verificati solo una volta, ossia dopo l’installazione del programma.

E come ciliegina sulla torta abbiamo lei, la nuova icona di iTunes 11. Molto simile alla precedente ma realizzata con uno stile più “gommoso” e in linea con le grafiche di OS X Mountain Lion.

Nel complesso iTunes 11 viene promosso a pieni voti: il design minimale ed elegante, unito ad una riscoperta reattività e alla semplicità d’uso ancora migliore rispetto al passato fanno di iTunes 11 un piccolo capolavoro dell’ingegneria software.

Ricordiamo che potete scaricare gratuitamente iTunes 11 come aggiornamento incrementale di iTunes 10.7 dal Mac App Store o, in alternativa, utilizzando il link diretto presente in questa pagina del sito Apple.

Apple iPhone 13 Pro Max in sconto su

Aggiornamenti