Veeence fa chiarezza sulla situazione attuale dell’Unlock degli iPhone stranieri

Vista l’enorme confusione generata a seguito del rilascio di iOS 4.3 e dalla pubblicazione di alcuni tweet di MuscleNerd, Veeence, voce autorevole del panorama underground, ha deciso di spiegare rapidamente quale sia lo stato attuale relativo alla procedura di Unlock (sblocco della baseband, parte telefonica dell’iPhone) degli iPhone stranieri aggiornati alle più recenti versioni del firmware. In questo articolo andiamo a riportarvi quanto da lui comunicato, ovviamente tradotto in lingua italiana.

Veeence ha pubblicato una sorta di FAQs, ovvero le domande che gli sono state poste in maniera più frequente, e ha quindi deciso di rispondere in maniera approfondita ad ognuna di esse. Eccole di seguito:

1. Cosa è successo? Pensavo che l’unlock per le baseband 02.10.01 e 03.10.01 venisse rilasciato entro le prossime due settimane!

Come sapete, il Dev Team (MuscleNerd nello specifico) sta lavorando sull’unlock da un po’ di tempo. Vi sono stati importanti progressi, ma ci si è resi conto che l’unlock trovato era compatibile “solo con una particolare carta SIM”, ovvero quella T-Mobile utilizzata da MuscleNerd stesso. Quindi del tutto inutile. Pertanto l’unlock riguardava più che altro la SIM che non la baseband. Se l’unlock fosse stato della baseband, allora sarebbe stato rilasciato entro due settimane (il tempo ragionevolmente adeguato per ultimare i test), ma le cose sono andate in maniera differente. In sostanza le due settimane di tempo previste per il rilascio non verrano rispettate.

2. Cosa è l’NCK-key? Come funziona?

La NCK-key è una chiave generata da Apple se acquisti un iPhone ufficialmente sbloccato, ovvero acquistato tramite operatore. Su questo nuovo metodo, conosciuto comunque da diversi anni (da prima che GeoHot iniziasse a lavorare sull’unlock del primo iPhone), si stanno concentrando i nuovi lavori per l’unlock. Con i nuovi exploit trovati in questi mesi, il Dev Team (fortunatamente secondo Veeence), non può sbloccare le baseband 02.10.01 e 03.10.01, ma è possibile catturare più informazioni dalla baseband per velocizzare il processo di crack. Una volta scoperti gli identificativi NORID e CHIPID, sarà necessario ottenere e verificare solo altri 40 bits. Una chiave da 40 bits è craccabile “in casa” e richiede circa una settimana di tempo.

Questo, sottolinea Veeence, è un semplice ragionamento teorico e nulla di tutto ciò è stato attualmente testato con le baseband degli iPhone.

3. E quindi? Dovrò vendere il mio iPhone 4 SIM-locked?

Io (Veeence) attenderei ulteriori informazioni su questo “NCK-unlock”. Al momento ci sono poche e vaghe informazioni. Se il Dev Team riuscirà a sfruttare questo nuovo metodo, probabilmente si aprirebbero nuove possibilità per tutti coloro che attendono l’unlock. Se questo metodo dovesse rivelarsi fallimentare, invece, allora penserei di vendere il mio iPhone 4 per recuperare un po’ di soldi da utilizzare per l’acquisto di un iPhone 5, possibilmente unlocked.

4. Pensi che ci sarà mai un unlock?

Certamente. Ma non presto, bisognerà attendere. Probabilmente anche più di un mese.

5. Se il metodo NCK fallisse, quanto sarà necessario per lavorare ad un nuovo unlock per l’iPhone 4?

Nessuna data precisa. Potrebbero volerci settimante, come un mese o più.

Ecco, come da voi richiesto, un aggiornamento completo sulla situazione dell’Unlock. Crediamo che questo articolo possa essere d’aiuto a tutti coloro che, attualmente, sono ancora in attesa di poter utilizzare la parte telefonica dei propri iPhone SIM-locked.

Vi ricordiamo, inoltre, che potete verificare se il vostro iPhone è jailbreakabile e sbloccabile (unlock) tramite il nostro JailbreakWizard.

Grazie il_lazza per la segnalazione!

Apple iPhone 13 Pro Max in sconto su

Hack & Mod