Brambilla contro Apple: “L’italia non è mafia”

28 Settembre 2010 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Sta scatenando un vero e proprio putiferio l’applicazione What Country, segnalata per la prima volta sul nostro sito e ripresa poi dalle maggiori testate giornalistiche nazionali. Ora anche il ministro Brambilla si sta muovendo per chiederne la rimozione.

Ricordiamo i fatti. What Country è un’applicazione che rappresenta varie nazioni del mondo, ognuna con le sue caratteristiche peculiari. L’Italia viene però identificata, oltre che con la pizza e gli scooter, anche con la Mafia.

Si tratta ovviamente di una scelta degli sviluppatori del tutto inappropriata e da condannare, tanto che diverse associazioni si sono mosse per richiedere l’intervento del governo. Proprio in queste ore, infatti, il ministro del Turismo Michela Vittoria Brambilla ha ufficialmente chiesto ad Apple la rimozione dell’applicazione dall’AppStore.

Queste le sue parole: “Si tratta ovviamente di una rappresentazione offensiva ed inaccettabile, per di piu’ accompagnata da un testo ‘esplicativo’ che, se possibile, peggiora ulteriormente le cose.  L’Italia e’ un faro nel mondo per la sua storia, la sua cultura ed il suo stile. Come cittadina e come ministro non posso permettere che si getti discredito sul nostro Paese utilizzando un’organizzazione criminale come nostro testimonial. Tutto questo fa grande torto all’Italia e agli italiani. Tale immagine distorta, alla cui creazione hanno contribuito anche tante pellicole cinematografiche diffuse in tutto il mondo, deve essere definitivamente corretta. Percio’ ho chiesto ad Apple di rimuovere l’applicazione da App store e ho dato mandato all’Avvocatura dello Stato di procedere nelle sedi opportune contro i responsabili“.

Ricordiamo che l’applicazione è stata sviluppata da una software house bielorussa. Ora vedremo come si muoverà Apple.

Grazie Gianluca

[via]

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.