Thunderbolt 4: cos’è e quali sono i dispositivi compatibili

La connettività Thunderbolt esiste dal lontano 2010 ed è stata sviluppata da Apple ed Intel con l’obiettivo di garantire elevate performance di trasferimento dati. Dai 10Gb/s della sua prima generazione alla grossa diffusione della generazione 3, ora la Thunderbolt 4 arriva a supportare ben 40Gb/s, la ricarica fino a 100W e il pieno supporto di monitor 4K e 8K.

thunderbolt

Che cos’è la Thunderbolt 4?

Il nome Thunderbolt può essere associato alla connettività, ai cavi, alle interfacce e agli accessori compatibili ma, genericamente, si riferisce al protocollo di trasferimento dati ad alta velocità. Questo protocollo, tra l’altro adattivo, fornisce la massima larghezza di banda disponibile quando richiesta e si adatta quando le esigenze sono differenti in base a dispositivi e software in uso. Già dal 2015, questo standard significa anche “un solo connettore”, più precisamente quello USB-C con una notevole comodità e versatilità.

Grazie a questa certificazione, inoltre, tutti i prodotti Thunderbolt forniscono prestazioni incredibili sia in termini di docking station, sia in termini di monitor, storage o altri accessori.

Cosa cambia?

Cosa cambia sul nuovissimo standard di quarta generazione? Tanto, ma non la velocità. La larghezza di banda, infatti, è rimasta la stessa (40Gb/s) ma sono cambiate le specifiche e – soprattutto – viene pienamente supportata la connettività USB4.

thunderbolt 4

Innanzitutto, con lo standard Thunderbolt 4 i cavi fino a due metri diventano universali e supportano fino a 40Gb/s, così come avviene per USB4.

Cambiano i requisiti minimi dei computer supportati:

  • Velocità minima di 40Gb/s
  • Supporto a due monitor 4K o ad un monitor 8K
  • PCIe 32Gb/s
  • USB 3.2 a 10Gb/s
  • Ricarica del computer attraverso una porta dedicata
  • Supporto per la riattivazione del computer dallo standby con docking station collegata
  • Potenza minima per gli accessori 15W

Inoltre, viene richiesta la protezione relativa all’accesso alla memoria (DMA) che deve avvenire tramite Intel VT-d oppure tramite soluzioni ad hoc dei vari produttori (come AMD ed Apple per i chip Apple Silicon).

Quali sono i vantaggi?

thunderbolt 4

Una porta Thunderbolt è in grado di supportare contemporaneamente diverse funzioni: trasferimento dati ad alta velocità, invio di segnale video a monitor esterni e alimentazione. Tutto questo, ovviamente, con un solo cavo e con una notevole pulizia su scrivania e postazione di lavoro.

I vantaggi sono presto detti:

  • Capacità di sostituire fino a 12 porte con un solo accessorio
  • Power Delivery fino e non oltre i 100W
  • Supporto monitor fino ad 8K 60Hz
  • Supporto a più protocolli come USB, DisplayPort e PCIe
  • Numerose combinazioni per il setup di lavoro, anche tramite catene di accessori compatibili
  • Retrocompatibilità per i precedenti standard

Per maggiori informazioni sulla connettività in questione, ti invitiamo a leggere il nostro approfondimento sui dischi esterni ad alte prestazioni.

Prodotti compatibili e come riconoscerli

cavo thunderbolt

Per riconoscere un prodotto certificato basterà cercare l’apposito simbolo del “fulmine” e la dicitura Thunderbolt sulla confezione. Per semplificare, solo i più recenti MacBook Pro da 14″ e 16″ con chip M1 Pro ed M1 Max possiedono la Thunderbolt 4 mentre tutti gli altri computer Apple al momento sono compatibili con lo standard 3, che in termini di pure performance è alla pari (sempre 40Gb/s).

Ecco alcuni accessori da non perdere:

In futuro si parla di uno standard di quinta generazione con velocità raddoppiate fino a 80Gb/s.

Apple Watch Ultra in sconto su amazon logo