iPhone, quali danni copre la garanzia?

Quando si parla di garanzia Apple e di iPhone bisogna sempre distinguere tra i danni coperti e quelli non coperti, per i quali l’utente è comunque tenuto a pagare per l’assistenza ricevuta. In questo articolo, facciamo chiarezza su quali danni copre la garanzia Apple.

Partiamo da principio: scoprire se l’iPhone è ancora coperto dalla garanzia Apple. Per farlo, hai bisogno del numero di serie che puoi recuperare andando in Impostazioni > Generali > Info, alla voce N° di serie. Questo numero è presente anche sulla confezione dell’iPhone, all’interno delle etichette informative che trovi sul retro.

Una volta recuperato il numero di serie, collegati a questa pagina Apple e inseriscilo nell’apposito box:

Una volta cliccato su Continua, compariranno tutte le informazioni sulla copertura della garanzia.

Ricordiamo che la copertura è di un anno presso il produttore (Apple) e di ulteriori 12 mesi presso il rivenditore dove è stato acquistato il prodotto (che potrebbe essere la stessa Apple, oppure lo store di un operatore, un negozio di elettronica e così via…). Per chi ha acquistato l’iPhone con P.IVA, la garanzia è di un solo anno. Ovviamente, in tutti questi casi è possibile estendere la garanzia tramite Apple Care a pagamento (229€ per iPhone X, 149€ per gli altri iPhone).

Superato il periodo di garanzia, tutte le riparazioni saranno a carico dell’acquirente. Per ogni riparazione è comunque prevista un’estensione di garanzia per il pezzo riparato.

Cosa copre la garanzia Apple

In osservanza delle norme comunitarie, la garanzia Apple copre tutti i malfunzionamenti di tipo hardware e software non provocati dall’utente.

In pratica si va per esclusione, visto che la garanzia Apple non prevede la copertura dei danni accidentali o derivanti da disassemblaggio, interventi di assistenza e modifica non autorizzati. Tutti gli altri, rientrano nella garanzia.

Ad esempio, un iPhone che non funziona per danni causati dal contatto con liquidi non presenta i requisiti per l’assistenza in garanzia, ma può ovviamente essere riparato a pagamento. Lo stesso vale per i danni al display o alla scocca. I costi variano dal tipo di intervento necessario.

Ci sono però alcuni danni che non consentono interventi di assistenza fuori garanzia, come ad esempio i danni irreparabili come il disassemblaggio del dispositivo e le modifiche non autorizzate che ne compromettono il funzionamento.

Diverso il discorso per chi attiva la AppleCare+, che comprende:

  • Accesso diretto agli esperti Apple
  • Servizio sostituzioni express
  • Assistenza hardware Apple in loco quando viaggi in altri Paesi europei
  • AppleCare+ offre il servizio di riparazione o sostituzione del tuo iPhone/iPad, compresi due interventi per danni accidentali, ciascuno dei quali a un costo extra che dipende dal tipo di dispositivo; inoltre copre il deterioramento della batteria se è maggiore o uguale all’ 80% della specifica originale.
  • AppleCare+ include anche il supporto software per due anni su iOS, iCloud, FaceTime, iPhoto, iMovie e tutte le app mobile di Apple.
  • Assistenza 24 ore su 24, 7 giorni su 7

AppleCare+ include due anni di assistenza telefonica dei tecnici Apple e fino a due anni di copertura hardware aggiuntiva, oltre a due interventi per danni accidentali, ciascuno a un costo addizionale di € 29 (per i danni al display) o € 99 (per i danni di altro tipo).

Ovviamente, i vantaggi di AppleCare+ si sommano ai due anni di garanzia del venditore previsti dalla normativa italiana.

Apple Watch Ultra in sconto su amazon logo