Microsoft vuole lanciare una “super app” per iPhone, di cosa si tratta?

Microsoft vuole surclassare il dominio di Apple e Google nelle ricerche mobile con una "super app" in fase di sviluppo.

Microsoft vuole intensificare i suoi sforzi sui dispositivi mobili con una nuova “super app” per iPhone che combina una serie di funzionalità diverse in un’unica app.

super app microsoft

Secondo The Information, la speranza di Microsoft è che un’app del genere la aiuti a penetrare ulteriormente nel settore della ricerca mobile, attualmente dominata da Apple e Google su iOS, con i vari Spotlight e motore di ricerca Google.

Questa cosiddetta “super app” unirebbe funzioni come shopping, messaggistica, ricerca web, feed di notizie e altro in un unico titolo. Questo approccio emulerebbe una strategia mobile che ha funzionato per Tencent, che grazie all’app WeChat domina il mercato asiatico. Per chi non la conoscesse, WeChat combina allo stesso modo cose come messaggistica, acquisti, notizie e giochi in un’unica app.

I dirigenti Microsoft desiderano che l’app aumenti i proventi pubblicitari dell’azienda e rendano ancora più popolare Bing, oltre ad attirare più utenti verso la messaggistica di Teams e altri servizi mobili.

Il report prosegue affermando che non è chiaro se e quando Microsoft lancerà questa super app, che attualmente è in fase iniziale di sviluppo. La spinta di Microsoft per una migliore integrazione nei prodotti mobili è guidata dal CEO Satya Nadella, che è particolarmente concentrato nello spingere il motore di ricerca Bing su tutte le piattaforme mobile, così da aumentare anche l’utilizzo di altri servizi Microsoft.

Sulle piattaforme Apple, Bing parte in svantaggio a causa di un accordo multimiliardario tra Apple e Google. Grazie a questo accordo, Google è il motore di ricerca predefinito su iOS e iPadOS, in cambio del pagamento di miliardi di dollari all’anno.

The Information riporta che Microsoft ha già fatto diverse offerte per raggiungere un accordo simile, ma è sempre stata battuta da Google. “I negoziati si sono svolti in genere direttamente tra Nadella e i massimi dirigenti Apple a porte chiuse“.

L’accordo tra Google e Apple, tuttavia, sta affrontando un numero crescente di controlli antitrust. La notizia di oggi ipotizza che un accordo tra Microsoft e Apple potrebbe non attirare la stessa attenzione normativa, perché la quota di Bing nel mercato della ricerca web è minuscola rispetto a quella di Google.

Al momento, tuttavia, non vi è alcuna indicazione che Microsoft stia pianificando di cercare in modo aggressivo un accordo con Apple per fare in modo che Bing sia il motore di ricerca predefinito su iPhone. Invece, gli sforzi dell’azienda si concentrano sul miglioramento dell’integrazione di Bing con i servizi Microsoft esistenti e sulla valutazione della potenziale “super app”.

iPhone 14 Pro in sconto su amazon logo

News