Si chiamerà “xrOS”, e siamo sempre più vicini

Il primo visore Apple è quasi pronto al lancio?

Il sistema operativo del visore Apple è quasi ultimato e l’azienda ha scelto anche il nome definitivo: “xrOS”. A dirlo è Mark Gurman di Bloomberg.

visore apple 2022

Secondo Gurman, Apple ha cambiato il nome del suo sistema operativo di realtà mista in “xrOS”, aggiungendo che la società potrebbe essere vicina al rilascio di un visore per realtà mista.

Fino ad oggi, il sistema operativo per la piattaforma AR di Apple era stato chiamato “realityOS”, ma probabilmente si trattava solo di un nome interno o, non lo escludiamo, inventato dai leaker.  Fatto sta che il nome ufficiale di questo sistema operativo potrebbe essere xrOS, con “XR” che dovrebbe rappresentare un’abbreviazione di “extended reality“.

visore occhiali apple

I primi dettagli di un sistema operativo dedicato al visore Apple risalgono al 2017. A quel tempo, quel software era chiamato “rOS”. Stando ai rumor, sappiamo anche che Apple starebbe lavorando su almeno tre visori AR e VR, apparentemente sono sotto i codici “N301”, “N421” e “N602”.

Si dice che l’N301 rappresenti “Apple Reality Pro“, un modello di visore a realtà mista che entrerà in competizione diretta con il Meta Quest Pro, con un potenziale lancio nel 2023.

L’N602 sarà apparentemente la versione di seconda generazione, che offrirà due varianti ai consumatori. Una sarà un aggiornamento rispetto al primo modello, mentre l’altra sarà un’alternativa a basso costo.

Il terzo modello, N421, si dovrebbe allontanare dall’idea di un visore e avvicinarsi a quella di occhiali classici smart, il cui nome potrebbe essere “Apple Glass”.

Ritornando al primo modello atteso nel 2023, Apple potrebbe includere due display OLED 4K, 15 moduli di fotocamera sparsi all’esterno e il supporto per il tracciamento degli occhi e le gesture delle mani. Questa prima versione dovrebbe costare sui 3.000 e sarebbe indirizzata principalmente agli sviluppatori.

Il vero punto è, serve davvero un dispositivo di questo tipo? Si dice che tra 10 anni non avremo più smartphone, ma solo dispositivi indossabili praticamente invisibili alla vista. Questa situazione paventata è sicuramente realistica e Apple si muoverà per gradi. Ad oggi non sappiamo quali funzioni offrirà il primo visore, ma essendo indirizzato a sviluppatori potrebbe solo essere un primo test che servirà all’azienda anche per capire come muoversi, soprattutto in base alla risposta degli sviluppatori e delle app di terze parti che saranno fondamentali per il successo del dispositivo.

I primi modelli saranno quindi per addetti ai lavori, ci immaginiamo anche ingegneri ad esempio che possono sfruttare il visore per simulare una nuova costruzione su un cantiere, ad esempio, per poi passare ad un’utilizzo più consumer con gli Apple Glass.

E voi, cosa ne pensate?

iPhone 14 Pro in sconto su amazon logo

Rumor