Apple cerca di fermare la sindacalizzazione dei dipendenti negli store

Apple sta intraprendendo nuove azioni per cercare di fermare i dipendenti degli Apple Store che desiderano organizzarsi in sindacati.

Con i dipendenti di diversi Apple Store negli Stati Uniti che stanno pensando di creare appositi sindacati, Apple sta intensificando le sue azioni per reprimere questi tentativi.

dipendenti apple store

Come riporta Vice, di recente Apple ha distribuito un documento ai responsabili dei vari Apple Store che contiene i punti chiave da utilizzare nel tentativo di dissuadere i dipendenti dalla sindacalizzazione.

Allo stato attuale, la portata esatta degli sforzi di sindacalizzazione tra gli Apple Store negli Stati Uniti non è chiara. Finora, sappiamo che i dipendenti degli store nelle sedi di New York City, Atlanta e Maryland  hanno fatto i primi passi verso la sindacalizzazione.

Il documento ottenuto da Vice è stato comunque distribuito in molti Apple Store, allo scopo di dare ai dirigenti dei singoli negozi i punti chiave su cui puntare per dissuadere i dipendenti. Il promemoria delinea una serie di “punti di discussione” suggeriti che i responsabili degli store dovrebbero utilizzare quando la sindacalizzazione si presenta come opzione e discussione tra i dipendenti. Secondo Apple, i sindacati “cambierebbero radicalmente il modo in cui lavoriamo“.

L’obiettivo di Apple con questo promemoria è che i responsabili dei negozi comunichino che, sotto una struttura sindacale, molte discussioni tra Apple e i dipendenti della vendita al dettaglio sarebbero nelle mani di una terza parte. Questo avrebbe un impatto sulla capacità dei dipendenti e della leadership di impegnarsi direttamente a cambiare le cose.

Ai responsabili dei negozi è stato inoltre chiesto di sottolineare che Apple ha apportato una serie di modifiche alle politiche e alle aspettative nel corso degli anni sulla base del feedback dei dipendenti al dettaglio. La sindacalizzazione avrebbe anche un impatto sulla capacità per i responsabili del negozio di “avere la flessibilità di agire al momento o di soddisfare le esigenze singole di ogni persona come fanno ora“.

Nella parte forse più aggressiva del memo, Apple sottolinea che la sindacalizzazione significherebbe meno opportunità e meno attenzione al merito per cose come promozioni, aumenti, giorni liberi e altro ancora. Apple in particolare sta incaricando i responsabili dei negozi di sottolineare che la sindacalizzazione avrebbe un impatto anche sulle esperienze di carriera. Questo punto sembra riferirsi specificamente alla possibilità che un dipendente al dettaglio venga promosso in Apple Corporate o si trasferisca a lavorare per un altro team.

Infine, Apple sottolinea che l’azienda non può dire direttamente ai dipendenti se dovrebbero sostenere o meno la sindacalizzazione, suggerendo che sono i vari responsabili a scegliere se comunicare o meno queste informazioni.

Apple iPhone 13 Pro Max in sconto su

News