Luxshare investe per produrre più iPhone e fare concorrenza a Foxconn

Luxshare Precision vuole fare sempre più concorrenza a Foxconn nell'assemblaggio dei nuovi iPhone.

Il fornitore Apple Luxshare Precision sta costruendo un mega-impianto in Cina per potenziare le sue capacità di assemblaggio degli iPhone e sfidare i rivali taiwanesi come Foxconn e Pegatron.

luxshare

Secondo quanto riferito da Nikkei, Luxshare Precision sta costruendo un impianto di produzione di 285.000 metri quadrati nella città di Kunshan, in Cina. L’azienda prevede di completare la prima fase del nuovo parco produttivo a metà del 2022 e potrebbe produrre nuovi iPhone entro quell’anno.

Luxshare ha investito 1,73 miliardi di dollari nel progetto, che consentiranno di raggiungere l’obiettivo di aumentare significativamente le sue capacità di assemblaggio degli iPhone. La società spera di aumentare il proprio volume da 6,5 ​​milioni a 15 milioni di unità entro il 2022. Insieme al nuovo parco produttivo, che si estende su una superficie pari a quella di 40 campi da calcio, Luxshare ha anche affittato e ristrutturato un impianto nelle vicinanze, precedentemente di proprietà di iPad Compal.

Questo annuncio potrebbe prefigurare un cambiamento nella catena di approvvigionamento di Apple, che sta spostando sempre più la produzione da Taiwan alla Cina. All’inizio del 2021, quasi un terzo delle aziende che Apple ha aggiunto nella sua catena di fornitura si trovava nella Cina continentale.

Apple attualmente si affida ad aziende taiwanesi come Foxconn e Pegatron per assemblare la maggior parte degli iPhone. Basti pensare che Foxconn si occupa del 60% della produzione degli smartphone Apple, mentre Pegatron arriva al 30%. Tuttavia, le cose potrebbero cambiare da metà 2022, con Luxshare in grado di aumentare la sua capacità produttiva degli iPhone, ora ferma al 3%.

Ricordiamo che Luxshare produce anche gli AirPods e gode quindi di piena fiducia da parte di Apple.

Apple iPhone 13 Pro Max in sconto su

News