Solo due dei quattro nuovi iPhone 12 avranno il supporto mmWave 5G

Le voci riguardanti il prossimo iPhone 12 hanno sempre parlato di tre dispositivi con diverse diagonali del display, che sarà OLED su tutta la linea. In una nota agli investitori, JP Morgan ritiene che ci sarà anche un quarto modello che sarà rilasciato nell’autunno del 2020.

iPhone 12

Si prevede che ci sarà quindi un modello ciascuno con un display da 5,4 pollici e 6,7 pollici, mentre due modelli avranno display da 6,1 pollici. JP Morgan suggerisce anche che due dispositivi offriranno specifiche in stile “Pro” di livello superiore, mentre gli altri avranno caratteristiche minori.

I modelli di fascia più alta saranno quelli da 6,1 pollici e i modelli da 6,7 ​​pollici, che includeranno una tripla camera posteriore e in aggiunnta un sensore a “Rilevamento 3D rivolto verso il mondo“, ovvero un sensore 3D ToF.

Gli altri due modelli, rispettivamente da 5,4 pollici e da 6,1 pollici, avranno due sensori posteriori e nessun sensore per il rilevamento 3D, come già avviene con iPhone 11.

Tutti i modelli includeranno il supporto alla connettività 5G, ma anche in questo anbito la suddivisione in livelli dei dispositivi introdurrà variazioni su questa funzione, poiché i modelli di fascia alta includeranno il supporto per mmWave, consentendo loro di connettersi a velocità molto elevate nelle città e nelle aree urbane in cui il mmWave 5G sarà offerto. Tutti i modelli, tuttavia, supporteranno lo spettro 5G inferiore a 6 GHz, che sarà più diffuso e robusto di mmWave, anche se con velocità più lente.

Secondo JP Morgan, tutti e quattro i modelli saranno offerti nello stesso anno insieme al nuovo iPhone SE di seconda generazione, che dovrebbe essere spedito con un display LCD da 4,7 pollici nella prima metà del 2020.

Si ipotizza che Apple possa modificare la sua strategia di rilascio di iPhone nel 2021, infatti JP Morgan afferma che secondo le informazioni provenienti dalla catena di approvvigionamento, Apple potrebbe proporre un “cambiamento strategico nella cadenza di lancio dei prodotti“. Il cambio di cadenza potrebbe portare al rilascio di due nuovi modelli di iPhone nella prima metà del 2021, seguiti da altri due nella seconda metà dell’anno.

Oltre a contribuire a risolvere i problemi di stagionalità per la catena di approvvigionamento e le entrate, la mossa è motivata per aiutare Apple “a competere contro gli altri OEM durante tutto l’anno“.

Rumor