Guardate come un iPhone X sopravvive una settimana in un fiume!

11 giugno 2018 di Nikolas Pitzolu

Singolare la storia curiosa che oggi andiamo a raccontarvi che vede protagonista un iPhone X che ha sopravvissuto in un fiume per più di una settimana!

Come sappiamo dall’iPhone 7 e dall’iPhone 7 Plus, Apple ha iniziato a tenere in considerazione la questione impermeabilità dei propri apparati.

Passando poi per iPhone 8, iPhone 8 Plus e continuando per iPhone X tutti hanno una certificazione IP 67 che non offre una resistenza elevata all’acqua come i dispositivi IP 68 (mi vengono in mente i Galaxy di Samsung e gli Xperia di Sony) ma sufficiente per resistere alla stragrande maggioranza di situazione spiacevoli!

Ebbene, la scorsa settimana un Sub ha avuto modo di assistere ad un test di impermeabilità molto caratteristico – del tutto fortuito – di un iPhone X.

Dovete sapere che su Youtube c’è un canale che tratta esclusivamente di immersioni nei fiumi e di ciò che il sommozzatore trova durante le sue escursioni subacquee!

Il canale si chiama Man + River e, oltre a trovare e documentare i reperti rintracciati, il sommozzatore alla fine restituisce gli oggetti che trova ai legittimi proprietari.

Per quanto riguarda la sua ultima immersione, ha dichiarato che è stata probabilmente la sua migliore prestazione che ha realizzato fino ad ora.

Nel suo post racconta di aver trovato oggetti qualsiasi come occhiali da sole, un anello che successivamente ha scoperto essere da 10 Carati e un telecomando della televisione!

Ma tra tutti, la sua attenzione è ricaduta sul ritrovamento di un iPhone X!

Una volta rimosso dall’acqua si accorse che lo smartphone non avesse codice di sicurezza e in questo modo è riuscito a visualizzare le foto e altre informazioni che hanno rivelato l’indirizzo e il numero della proprietaria, Alyssa!

Quando la ragazza è stata chiamata è rimasta allibita dal ritrovamento, non credeva alle sue orecchie ed era altamente entusiasta del ritrovamento perché non aveva mai effettuato un backup delle sue foto, pensando di averle perse per sempre: all’interno infatti c’erano delle immagini del suo bimbo.

Ma come ha fatto un iPhone X a resistere tutto questo tempo in acqua? La ragazza, tra l’altro, afferma di averlo perso circa due settimane prima dalla restituzione.

Effettivamente un fiume non è un recipiente d’acqua! E’ formato da mille imprevisti, rocce, ciottoli, correnti e chi più ne ha più ne metta.

E dubitiamo che in un punto non possa esserci una profondità più alta di un metro (soglia di resistenza che la certificazione IP 67 conferisce all’iPhone X in questo caso) ma evidentemente lo smartphone è rimasto per oltre una settimana nello stesso punto o quasi. La verità di cosa sia successo sotto al pelo dell’acqua la conoscono solo i pesci!

Insomma, la fortuna è stata particolarmente favorevole ad Alyssa, sia per il fatto che il suo iPhone ha resistito alle intemperie fluviali sia per il fatto che uno sconosciuto glielo ha ritrovato e spedito a casa!

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.