HomePod ancora a rilento: venduti 600.000 pezzi in tre mesi - iPhone Italia

HomePod ancora a rilento: venduti 600.000 pezzi in tre mesi

18 maggio 2018 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Secondo le nuove stime condivise da Strategy Analytics, Apple ha venduto 600.000 HomePod nel primo trimestre del 2018, che rappresentano solo il 6% del mercato mondiale degli speaker smart.

Nello stesso periodo, Amazon ha venduto circa 4 milioni di speaker Echo conquistando il 43.6% del mercato, mentre Google arriva al 26.5% con 2.4 milioni di Google Home venduti. Anche Alibaba ha superato Apple con 700.000 spedizioni dei suoi speaker smart, mentre Xiaomi rimane indietro e si ferma a 200.000.

I dati confermano che Apple deve lavorare ancora molto per raggiungere i numeri di Google e Amazon, due aziende che hanno visto un’enorme crescita nel corso dell’ultimo anno per quanto riguarda le vendite dei loro speaker smart. Ad esempio, le spedizioni dell’Amazon Echo sono aumentate di 2 milioni rispetto al primo trimestre del 2017.

La quota di mercato di Amazon è diminuita anno su anno a causa delle ottime prestazioni di Google e dell’arrivo dei vari speaker di Apple, Xiaomi e Alibaba che un anno fa non erano ancora disponibili. Queste ultime due aziende sono molto forti in Cina, dove né Amazon e né Google vendono i loro speaker smart.

In totale, nel primo trimestre del 2018 sono stati spediti 9.2 milioni di speaker smart, segno che il mercato sta guardando con molto interessa a questa tipologia di prodotto. C’è anche da dire che l’HomePod è disponibile ancora in pochi paesi rispetto all’Amazon Echo e al Google Home, ma in ogni caso gli analisti si aspettavano numeri migliori in termini di vendite. Altra differenza importante sta nel prezzo, visto che l’Amazon Echo costa 99.99$ (l’Echo Dot addirittura 49$) e il Google Home 129$ (la versione mini costa 49$). Prezzi nettamente inferiori rispetto ai 349 dollari dell’HomePod, dispositivo che però è in grado di offrire una qualità audio nettamente superiore.

Apple ha ancora tempo per migliorare, visto che è entrata da poco in questo mercato, e sarà interessante capire come sarà accolto l’HomePod in nuovi paesi quando sarà disponibile.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Neu

    La qualitá non compensa la limitatezza di Siri, inoltre sarei curioso di capire una cosa… in quanti stati al lancio venivano venduti Echo e Home? Perché per ora l’Homepod é disponibile in una manciata di posti

  • Giorgio

    La qualità audio compensa eccome i “limiti” di Siri… se ti compri uno speaker si presume che in primis lo scegli per la qualità audio e subito dopo x le sue funzioni smart… anche perché x €350 non credo si trovi qualcosa di paragonabile… inoltre a Siri non chiedo su HomePod chissà cosa mi basta utilizzarla come telecomando della musica che riproduco…Non oso immaginare accoppiare 2 HomePod…fantastici… insomma non accetterei mai un compromesso audio/smart x un vero amante della musica la qualità è in assoluto il primo punto…chi cerca lo smart a 360 gradi penalizzando l’audio passi oltre…

  • Neu

    Se cerco solo la qualità di certo non mi compro un HomePod, come dici è un buon compromesso, ma secondo me la gente si aspetta molto di più, tutti qui

  • Utente9000

    Se sei un vero amante della musica probabilmente hai gia un sistema della m*donna, giusto?

    Quello che davvero frega homepod è che tu puoi comprarti un Echo o un Google da due lire e connetterlo al tuo sistema, che probabilmente suona meglio di qualsiasi homepod.

    Di fatto non c’e nessuna rinuncia.

  • Mastro Tracco

    Ti manca il concetto di multiroom e pensare che gia più volte te lo spiegato, i concorrenti di homepod attuali sono Sonos e Bose e non google e Amazon, chi ama la musica vuole il giusto compromesso per il luogo in cui ascolta e il sistema di Sonos e homepod di equalizzare in funzione della stanza è un plus enorme che non puoi fare con impianti molto più costosi se non con modifiche alla stanza o eq manuali che devi saper impostare. Ti manca proprio il concetto di via di mezzo, non esistono solo gli audiofili con impianti da migliaia di euro e quello che invece non gli importa nulla, anzi esiste una fetta grande di persone che amano ascoltare la musica e non hanno bisogno di impianti da migliaia di euro con stanza acusticamente adattate ma allo stesso tempo non vogliono sentire il suono privo di basso e dinamica come sono quelli Amazon e Google

  • Pippo

    Se dovessi comprarmi uno speaker, ne comprerei uno senza assistente vocale. e magari poter essere libero di ascltare brani da qualsiasi cosa io voglia connettere

  • Utente9000

    Il punto è proprio che HomePod è uno speaker, mentre Home e Echo li attacchi ovunque.

    Ti compri 100€ di Home, 20€ di Chromecast Audio e da lì gestisci il resto del budget cercando il sound per le tue esigenze. Da 100 a 10.000€, scelte tue, ma mai senza rinunciare a un AI decente.

  • Mastro Tracco

    Guarda che ti pasta un airport per fare quello che dici! Poi Apple al contrario di altri aggiorna per anni, ho ancora una airport del 2008 aggiornata. Quello che conta è la qualità dell’hardware e homepod si dimostra migliore degli altri, il software invece lo si aggiorna e ti ricordo che non è che homepod costa 1000 euro e echo 20, ma costano poco di meno, quindi è davvero paradossale il tuo discorso, l’unica cosa in cui sono migliori è nei comandi vocali (anche se homepod è migliore nel riconoscere i comandi con musica ad alto volume avendo microfono migliori), che si possono migliorare con aggiornamenti software e tu mi parli di modulare? Se fosse modulare perché non vendono solo il microfono ? Cosa me ne faccio della cassa se poi fa pena ? Capisci che ci sono ancora persone che ascoltano musica e parlano con esseri umani e non solo persone che parlano con oggetti con casse mediocri ?

  • Utente9000

    Guarda che ti pasta un airport per fare quello che dici!

    A parte che hanno interrotto la produzione, ma il senso? La mia soluzione ha senso per Echo/Home perché il loro sound fa pena, fare lo stesso su HomePod significa rinunciare all’unica cosa positiva di HomePod.

    Poi Apple al contrario di altri aggiorna per anni, ho ancora una airport del 2008 aggiornata

    Vero, ma quando presentano prodotti nuovi ci mettono sempre quella feature esclusiva per invogliarti a fare il salto.

    non è che homepod costa 1000 euro e echo 20

    HomePod costa 350$. Per fare quello che dico io non serve a nulla comprare Google Home Max, basta un Echo Dot (30€) o un Home Mini (50€). Dieci volte meno.

    Se fosse modulare perché non vendono solo il microfono?

    Le casse del Mini e del Dot fanno talmente pena che praticamente è come comprare solo il microfono.

  • Mastro Tracco

    è parlare con un muro parlare con te! ma vuoi mettere mettere una HomePod, discreta, che suona bene, in cucina? o in salotto in stereo? ma secondo te uno deve comprarsi uno stereo per ogni stanza e in più attaccarci quel coso, passando poi per il jack, quindi utilizzando il suo convertitore analogico digitale di m er da per poi andare in uno stereo buono????? ma hai idea di cosa stai parlando?

    PS tutte le casse posso diventare airplay 2 quindi puoi far suonare un AirPods con qualsiasi altro stereo, perfino insieme, quindi chi ha fatto quel disegno non ha idea di come funziona

  • Utente9000

    Basta, mi so’ stufato. Hai cambiato argomento settanta volte cercando di dimostrare la superiorità di HomePod.
    Hai iniziato il thread dicendo che non tutti sono audiofili e ora hai chiuso il cerchio parlando proprio come un audiofilo, parlando di convertitori digitali. Nel mezzo mille cambi di rotta sul prezzo simile, sul “Puoi fare la stessa cosa!” et cetera.

    La cosa che mi fa ridere è che se Siri non fosse stupida come è questa conversazione non esisterebbe, perché sarebbe un prodotto non criticabile.

  • Mastro Tracco

    Adesso avere un buon dac è da audiofli ? Non ti rendi conto di dimostrare sempre di più la tua poca conoscenza dell’argomento. Mi hai parlato e mostrato una immagine dove un affare collegato a buone casse faceva un buon suono, non sapendo che io buon suono è dato in ordine di importanza dalla stanza, dal dac, dalla casa e infine dalla tipologia di file.
    Il fatto è che fino a ieri a nessuno interessava degli assistenti vocali e si prendeva in giro gli utenti Apple che usavano Siri quando ancora google now neppure parlava e se poi pensò che in italiano lo fa solo da pochi mesi mi fa sorridere ancora di più come ora se non hai un assistente vocale con cui chiacchierare non serve a nulla avere uno speaker.

  • Utente9000

    Ma di che qualità vuoi parlare se Apple non rilascia un dato che fosse uno sulla qualità massima del proprio DAC?

    Io posso dirti che quello del Chromecast Audio è decente, supporta i al massimo i 24 bit a 96khz coi FLAC. La presenza del cavo ottico è un buon plus. Ma senza dati comparativi parliamo del nulla.

  • Mastro Tracco

    Ti ho appena spiegato che il formato del file è la cosa meno importante della catena e tu fai un post parlando di flac e mp3…
    Comunque homepod supporta i file non compresso come gli aiff o flac o wave ecc ecc, Apple Music non usa gli mp3 e potrei rivincere la scommessa tutte le volte che vuoi che non riconosceresti un flac da un brano di Apple Music, se non in una bella regia magari con dei big monitor. Poi chi ha parlato della chromecast? Non so mettiamo anche la Apple TV in mezzo visto che ci siamo no? Della qualità audio del homepod ne hanno parlato tutti e secondo te da cosa dipende ? Poi se vuoi sapere la marca del dac vai su ifixit e la trovi, ma questo non toglie che far convertire l’audio a quel coso per poi farlo suonare su un impianto buono con un dac migliore è un po’ come prendere una Ferrari ma farla andare con il motore di un Ciao….
    Non capisco poi dove vuoi andare a parare, parliamo di uno speaker e davvero non capisco cosa sia successo al mondo da far valere di più l’assistente vocale dalla parte audio. Davvero mi pare una cosa fuori da ogni logica, sempre rimanendo in ambito automobilistico è come valutare un auto solo dalla sua autoradio, robe assurde.

  • ropof

    Non c’e’ male. Mi aspettavo di molto peggio.

  • ropof

    Sei un audiofilo e ti compri uno speaker mono?
    Interessante.

  • ropof

    Ma da quando chi compra prodotti Apple li prende perche’ future-proof?
    Chi compra prodotti Apple li deve cambiare ogni anno (anche se dipende molto da quanto Apple ci vuole guadagnare).

  • ropof

    E se per fantomatici motivi hardware Apple decide che il tuo HomePod 1.0 non supporta SIRI 2.0 che fai?
    Ipotesi molto probabile tra l’altro.

  • ropof

    Ora almeno sai come e’ parlare con un fanboy.
    Non ci puoi fare niente 🙂

  • ropof

    “non sapendo che un buon suono è dato in ordine di importanza dalla stanza, dal dac, dalla casa e infine dalla tipologia di file.”
    E per niente dalle casse?
    Ah pero’. Si vede che ne sai tanta 😀

  • ropof

    Tu di lavoro fai l’avvocato scommetto.
    Non vedo altra spiegazione 😀

  • ropof

    Vorresti delle… casse praticamente.

  • Mastro Tracco

    Ipotesi molto probabile ? Ad oggi ha sempre giustificato le mancanze di funzioni, come giustificherebbe la mancanza di Siri 2.0? Ad oggi lo stesso Apple Watch serie 0 uscito da anni supporta tutto quello che il suo hardware può supportare, iPad 2 è stato supportato per anni e dimmi il 5S che funzione non legata all’hardware gli è stata privata? Poi mi fa sorridere il fatto che Siri funzioni tramite server esterni e di conseguenza in alcun modo legata al dispositivo.

  • Mastro Tracco

    Casa era cassa, su ci potevi anche arrivare, visto che la casa non ha senso

  • Mastro Tracco

    Invece secondo me tu un lavoro non riesci a trovarlo, ci scommetto.

  • Mastro Tracco

    Tu invece hai fatto diversi commenti in questa notizia e non hai detto nulla inerente all’argomento trattato o che avesse un minimo di argomentazione, diciamo che il tuo contributo è stato pari a 0, uno spreco di bit.

  • Mastro Tracco

    Peccato che sono nel loro settore i più longevi e con una durata media decisamente superiore alla concorrenza, dimmi quanti s4 vedi in giro e quanti 5S vedi in giro, mi sa che sono altri che spingono i loro clienti a cambiare ogni anno.

  • VitoM

    Non capisco la Apple che insiste con questo speaker quando tantissimi aspettano la base di ricarica wireless e il relativo case degli AirPods. Avrebbero venduti a milioni in pochi mesi. Mah…

  • Mastro Tracco

    Prima di tutto puoi abbinarle in stereo ed essendo staccate puoi metterle alla distanza corretta per ascoltare in stereo, pratica rarissima e che ha poco senso in stanze in cui non stai fermo in un punto. Conosci vero la stereofonia ? Che non si limita solo ad avere due sorgenti audio separate

  • Mastro Tracco

    Interessante poi che hai appena creato un account che commentare qua, chi sei veramente ? Ma non ti vergogni a fare certe cose ? Creare account per criticare un marchio? Hai davvero una vita così vuota?

  • Neu

    Non é un dispositivo android, tranquillo, gli aggiornamenti arriveranno per anni… figurati che il 5S riceverà iOS 12

  • Giorgio

    Sei uno che ti piace avere un speaker smart solo x le funzioni smart ? Allora non comprare un altoparlante Apple oppure vai dai cinesi con €20…

  • Giorgio

    Beh le HomePod lo permettono di fare in modalità wireless ovviamente…con una qualità audio minimamente paragonabile con le altre in commercio

  • Giorgio

    X €350 non ha paragoni con nulla…quindi hai il top su quella fascia di prezzo se non oltre…la gente deve capire che le funzioni smart se non hai una casa cablata è praticamente inutile…Apple ha fatto benissimo a concentrarsi invece sulla qualità del suono…

  • Neu

    Beh oddio, ci sono comandi proprio basilari che Siri su homepod non puó fare ancora, nulla a che fare con la domotica

  • ropof

    Ah scusa, pensavo intendessi lo spazio ambientale.
    Hai ragione.

  • Giorgio

    Con un piccolo particolare…veramente piccolo… che suonano molto peggio rispetto ad un HomePod…se sono audiofilo di certo non mi basterebbero €350 (forse solo x il costo dei cavi…)… ma di certo su questa fascia va aldilà di ogni più rosea aspettativa… una volta accoppiati 2 HomePod non oso immaginare quello che possono tirare fuori…

  • ropof

    Verissimo. Non riesco a decidermi su quale offerta di lavoro scegliere fra le 4 che mi sono state ultimamente proposte.

  • ropof

    E’ interessante come chi compra prodotti Apple pensa di avere tantissima qualita’ pur pensando di spendere poco in rapporto.
    Dovro’ usare questa osservazione nella mia tesina sul comportamento umano.

  • ropof

    Hai ragione pero’ vedi se ti spiegassi come non conviene comprare un HomePod (relativamente al suo costo) significherebbe che ne avrei comprato uno (o due) e quindi sarei gia’ in errore e non sarei credibile.
    E’ sufficiente vedere qualche recensione di iFixit & co per saperlo.

  • Giorgio

    Ma tu da un assistente cosa cerchi? Hai una casa smart? Perché ora sembra che in Italia nessuno riesca a fare a meno di Siri su HomePod quando 1 su 200mila lo usa su iPhone…figuratevi su HomePod… io ho comprato HomePod solo x la qualità audio (per quella fascia di prezzo ovviamente)… e comunque per ascoltare musica Siri va benissimo…

  • ropof

    Io non ho capito una cosa. Ma con 350 euro ti danno uno speaker mono? Altri 350 per ascoltare in stereo?

  • ropof

    Ah ecco. Tu che iPhone usi in questo momento? E quale e’ stato l’ultimo che hai comprato? Cosi’ per capire.

  • ropof

    Cerca di capirmi. Io sono uno di quei vecchi che hanno un impianto fisso a cavo della Bose e non sono abituato a queste modernita’ 🙂

  • ropof

    Senti. Prenditela con Fabiano. E’ tutta colpa sua 😛

  • ropof

    Credo che chi possiede un 5S gli sia ampiamente bastato iOS 11 per vedere come funziona bene. Non oso pensare il 12 😀

  • emi

    È un [email protected] trollone che nell’altro blog si chiamava JiveX. Cambia nick continuamente, non fa altro che fare commenti inutili e solo contro Apple. Ha dei seri problemi mentali. Il suo scopo è denigrare per mettersi in mostra. Un povero [email protected] nella vita reale

  • Neu

    iOS 11 andava male su TUTTI i dispositivi praticamente, iOS 12 sará un toccasana per tutti i dispositivi visto che si concentrerà solo su performance e bug

  • Giorgio

    Per quello che riguarda la musica può fare praticamente tutto…non capisco cosa altro debba fare di così fondamentale se una persona non ha una casa smart… opinione personale…

  • Giorgio

    Non lo penso…è un dato di fatto… io la tesina la scriverei su quando la gente come te sia incompetentemente…

  • Giorgio

    Ovvio…con AirPlay 2… dovresti saperlo…

  • qulunu

    Andava? 🙂
    Se non erro e’ ancora lui quello ufficiale.
    Speriamo nel 12 vah.

  • qulunu

    Posso inserirti come esempio in fondo alla tesina?
    Ti ringrazio.
    (sono nella stessa classe di ropof)

  • qulunu

    Scusa. Sono nuovo del mondo fatato Apple.

  • Neu

    Visto che ormai manca poco al 12 ormai penso già nell’ottica del 12 😂 anche se comunque dall’11.3 la situazione è notevolemente migliorata

  • Luigi Duchi

    il solo sentir parlare di qualità musicale con questi speaker mi fa rabbrividire….quando sento parlare di home pod, bose o sonos ma anche google e amazon per ascoltare la musica rido a crepapelle….a sto giro google con il mini ha azzeccato c’e’ poco da discutere il trend dei prossimi anni e’ la domotica non certo una cassa audio….sempre più produttori producono dispositivi compatibili con google e amazon….sul fronte apple…solo pochi produttori stanno continuando ad investire.