Indie Pixel: più che un videogioco, un interessante esperimento sociale

Indie Pixel è un titolo davvero affascinante, originale, ma anche frustrante. Quest’ultima connotazione negativa non deriva da demeriti intrinseci dell’applicazione, quanto dal fatto che avremo bisogno di altri utenti per raggiungere lo scopo di gioco. E spesso trovare utenti che hanno davvero voglia di collaborare risulta difficile. Insomma, Indie Pixel è un prodotto interessantissimo, che incontra un grande limite nella “stupidità” (nessuno si offenda!) di alcuni utenti, che decidono volontariamente di rovinare l’esperienza di gioco. Perché e come è presto detto!

Schermata 2013-08-22 alle 17.21.48

VEDI SU APP STORE

Come anticipato nel titolo, più che di un gioco vero e proprio potremo parlare di un’esperimento sociale, assimilabile ad una sorta di test psicologico globale. I giocatori controllano un pixel. Il loro unico scopo è quello di creare svariate forme con gli altri pixel presenti sulla griglia. Formando le figure gemoetriche richieste si sbloccano parti dello sfondo che formano una diversa immagine in ogni livello. Il problema è che tutti gli altri pixel in movimento sullo schermo sono guidati da diversi giocatori provenienti da tutto il mondo. Ognuno di loro, in teoria, dovrebbe collaborare con gli altri al fine di creare varie forme e svelare l’immagine di sottofondo. Sembra davvero semplice, fino a quando ci si rende conto che altri giocatori (tanti, forse troppi) si comportano in modo…”stupido”. Come dire che traggono più divertimento dal mettere i bastoni tra le ruote non collaborando, piuttosto che seguire le regole di gioco.

screen568x568

Creare le forme, in teoria, non è difficile. Ad esempio, con solo pochi giocatori sulla griglia, si riesce a giocare senza problemi, per che le forme da creare sono piuttosto semplici, formate da pochi pixel. Le forme più difficili, che coinvolgono più pixel insieme risultano un tantino più problematiche. Posizionata in basso sullo schermo, vi è  l’icona di un “occhiolino” che serve a richiamare a se gli altri pixel per dar vita alle forme prestabilite. Il problema è che gli altri pixel, ossia giocatori, non sono obbligati a seguirci. Troppo ci si trova davanti ad altri giocatori che vagano semplicemente senza meta, e che non sono interessati a raggiungere gli scopi di Indie Pixel.

screen568x568-1

Ci sono potenziamenti disponibili, che potremo attivare per raggiungere punteggi maggiori. Ad esempio, potremo aumentare momentaneamente le dimensione del pixel. E ‘possibile personalizzare anche il proprio personaggio,pardon pixel, intervenendo sul suo aspetto a proprio gusto. 

screen568x568-2

Tirando le somme non possiamo che parlare bene di questo Indie Pixel, anche se come ampiamente dettagliato nelle righe sopra, non mancano gli aspetti negativi. L’esperimento sociale dimostra, in realtà, che pur avendo uno scopo piuttosto semplice, ci si imbatte in alcune difficoltà, come la mancanza di volontà degli utenti di collaborare o, peggio ancora, la volontà di rovinare l’esperienza di gioco vagando per lo schermo senza meta. Il titolo, comunque, merita il download, anche perché gratuito. Vi consigliamo di scaricarlo a questo indirizzo. Mi raccomando, partecipate con intelligenza.

Giochi