Qustodio, l’app multipiattaforma per il controllo parentale su Internet

05 Settembre 2019 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Al giorno d’oggi è difficile se non impossibile tenere lontani i più piccoli da smartphone, tablet, PC e altri dispositivi elettronici. Per questo motivo, diventa sempre più importante poter avere un controllo sui contenuti che il tuo bambino può visualizzare, offline e soprattutto online. Tra le tante soluzioni disponibili, Qustodio è una delle più complete e, soprattutto, funziona praticamente su qualsiasi dispositivo.

Cosa fa Qustodio?

Iniziamo spiegando per quali scopi è stato pensato Qustodio. Si tratta essenzialmente di un servizio di parental control per tutta la famiglia, che ha l’obiettivo di monitorare gli utilizzi dei dispositivi elettronici da parte dei più piccoli. Si tratta anche di un ottimo modo per evitare situazioni di cyber-bullismo o adescamento online, ma anche di limitare la dipendenza da schermo sempre più presente tra i giovanissimi.

Il servizio consente di monitorare, gestire e proteggere il dispositivo utilizzato dal bambino, senza alcune distinzione tra le varie piattaforme.

Uno dei punti di forza di Qustodio, infatti, è che rispetto a servizi integrati come ScreenTime di Apple funziona su tutti i dispositivi: iOS, Android, Pc, Mac e Kindle. Pensate ad una famiglia in cui il papà ha un iPhone e il figlio un tablet Android. Con ScreenTime sarebbe impossibile controllare il dispositivo del bambino, mentre con Qustodio tutto questo è possibile.

Come attivare Qustodio

Sul sito ufficiale è possibile registrarsi e creare un proprio account. Una volta installata l’app sia sul dispositivo del genitore, sia su quello del bambino, inizia la fase di configurazione che risulta essere molto semplice e veloce (Link App StoreLink Google Play).

In pratica, dovrai configurare Qustodio sul tuo dispositivo o sul Portale Famglia su web per monitorare le attività, mentre sui dispositivi dei tuoi bambini dovrai installare l’app Qustodio per dispositivi iOS, Android, Kindle, Mac o Windows. La configurazione richiede pochi minuti ed è quasi totalmente automatizzata.

Le funzioni di Parental Control

Dalla dashboard web o dall’app configurata per i genitori puoi controllare tutto quello che tuo figlio fa con il suo dispositivo, tra app e navigazione web. Puoi anche gestire alcuni elementi, ad esempio vietando la navigazione su particolari tipologie di siti violenti o con contenuti non adatti. Tra l’altro, Qustodio integra una serie di tecnologie di parental control che filtrano automaticamente i contenuti inappropriati, così da non farli visualizzare al bambino. Tale filtro funziona anche in modalità navigazione privata.

Il genitore può anche impostare un tempo massimo di utilizzo del dispositivo, con limiti giornalieri per navigazione web e singole app o giochi. Puoi anche bloccare l’utilizzo di app o giochi specifici. Uno degli aspetti più interessanti è che Qustodio fornisce tutte le statistiche sulle attività web, social e delle app del bambino su tutti i dispositivi configurati.

Per fare un esempio, dalla dashboard puoi limitare a 30 minuti al giorno l’utilizzo di Instagram sul dispositivo di tuo figlio. Allo stesso tempo, puoi visualizzare tutte le chiamate e i messaggi ricevuti e puoi impostare una lista di contatti bloccati (solo su Android)

Il servizio consente anche di tenere traccia della posizione di tuo figlio. Inoltre, il Panic Button (solo su Android) permette a tuoi figlio di inviare una notifica sul tuo dispositivo in caso di emergenza.

Da alcuni giorni è stato attivato anche il monitoraggio YouTube, ora in versione beta. Con questa funzione, il genitore può vedere i video che il bambino ha guardato dall’app Android di YouTube, da Mac o da Windows, e consultare le ricerche fatte sia sull’app Android che su YouTube Web. Il Monitoraggio YouTube Beta è attualmente disponibile per l’attività YouTube generata su dispositivi Android, Windows e Mac e sarà successivamente implementata per includere anche gli altri dispositivi. Si tratta sicuramente di una funzione molto importante per tutta la famiglia.

La versione Premium

Il servizio gratuito di Qustodio permette di monitorare un solo dispositivo con funzioni limitate. La versione Premium, tra l’altro in prova gratuita per i primi tre giorni, offre tutte le funzioni del servizio:

  • Resoconto estesi: analisi completa via mail degli ultimi 30 giorni di attività di tuoi figlio
  • Limiti di tempo per dispositivo: puoi impostare orari e limiti per l’uso di app e siti web
  • Monitoraggio YouTube Beta
  • Blocco e monitoraggio delle chiamate su Android
  • Localizzazione
  • Assistenza prioritaria
  • Panic Button
  • Monitoraggio SMS (solo Android)
  • Monitoraggio Facebook Avanzato: visualizzi gli aggiornamenti di stato, le foto, gli amici e altre info sul social network
  • Blocco giochi e app

I prezzi variano a seconda delle tue esigenze: fino a 5 dispositivi il costo è di 38,66€ l’anno, fino a 10 dispositivi il costo è di 66,56€ l’anno, mentre fino a 15 dispositivi il costo è di 96,26€ l’anno.

Conclusioni

Questodio è uno dei più completi servizi di controllo parentale multipiattaforma. La possibilità di poterlo utilizzare su qualsiasi dispositivo, sia desktop che mobile, lo rende indispensabile per i genitori che vogliono monitorare le attività del proprio figlio per evitare qualsiasi tipo di problema. La configurazione è molto semplice e non dura più di qualche minuto. Peccato solo che su iOS alcune funzioni non siano presenti a causa delle limitazioni imposte da Apple.

Il nostro consiglio è di provare la versione Premiium in modalità prova gratuita per 3 giorni e poi approfittare della promozione per il Back To School, che prevede un 10% di sconto.

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.