AnandTech stupito dal processore A12: “E’ quasi ai livelli di una CPU per desktop”

06 ottobre 2018 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

La recensione pubblicata da AnandTech dedicata ai nuovi iPhone XS e XS Max pone l’accento sul nuovo chip A12 Bionic che, dai test effettuati, supera anche le più rosee aspettative.

Nella recensione approfondita di Andrei Frumusanu, una delle scoperte più interessanti è che Apple è stata anche cauta nell’indicare i miglioramenti del nuovo processore rispetto al chip A11 montato su iPhone X, visto che siamo molto vicini a prestazioni superiori fino al 40%.

Per AnandTech, il processore A12 offre prestazioni vicine a quelle delle migliori CPU per computer desktop, accreditando le voci di un possibile chip in-house per i futuri Mac a partire dal 2020:

Il reparto marketing di Apple ha davvero sottovalutato i miglioramenti del chip A12, citando solo il 15% di prestazioni in più: con molti carichi di lavoro si vedranno miglioramenti delle prestazioni stimati intorno al 40%, con miglioramenti ancora maggiori in alcuni casi limite. La CPU di Apple è diventata così performante che siamo solo di poco al di fuori delle migliori CPU desktop; sarà interessante vedere come si evolveranno i prossimi anni e cosa significherà per i prodotti non mobili di Apple.

Quando si parla della nuova GPU, Frumusanu afferma che rispecchia le affermazioni di Apple:

Dal punto di vista della GPU, i guadagni delle prestazioni misurate da Apple sono all’interno delle cifre promesse, e anche superiori quando si tratta di prestazioni sostenute. La nuova GPU si basa su quella dello scorso anno, ma un quarto core aggiunto e l’importante introduzione della compressione della memoria GPU sono in grado di aumentare le prestazioni fino a nuovi livelli. La cosa negativa qui è che penso che il meccanismo di limitazione integrato da Apple debba essere rivisto, poiché è estremamente potente e riscalda molto il telefono nei primi minuti di una sessione di gioco.

La recensione si concentra anche nelle prestazioni della fotocamera e della batteria dell’iPhone XS.

Per quanto riguarda la fotocamera, Apple ha apportato miglioramenti molto solidi e a tutto tondo. La maggiore dimensione dei pixel del nuovo sensore consente una sensibilità alla luce maggiore del 50%, ma il DTI migliorato del sensore consente anche di ottenere dettagli significativamente migliori n condizioni luminose, aumentando sostanzialmente l’effettiva risoluzione spaziale della fotocamera. SmartHDR funziona come promesso ed è in grado di produrre immagini con gamma dinamica migliorata.

Insomma, questi nuovi iPhone XS stupiscono sempre di più…

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.