pple e Facebook si accordano: le notizie a pagamento arriveranno anche su iOS - iPhone Italia

Apple e Facebook si accordano: le notizie a pagamento arriveranno anche su iOS

13 febbraio 2018 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Facebook è riuscita a trovare un accordo con Apple e presto potrà lanciare un nuovo strumento per gli editori che vogliono abilitare i paywall, vale a dire l’accesso ai contenuti a pagamento sul social network.

Attualmente, questa funzione su Facebook è limitata alla sola app Android, in quanto le politiche di revenue previste da Apple non erano in linea con il tipo di servizio offerto da Facebook agli editori. Tutto questo è stato risolto pochi giorni fa, come annunciato ieri da Campbell Brown di Facebook News.

Grazie a questo accordo, presto gli editori potranno attivare un abbonamento su Facebook per offrire contenuti a pagamento direttamente sull’app iOS.

Questo significa che gli editori potranno attivare il paywall su Facebook, anche nell’app per iPhone e iPad: gli utenti potranno leggere gratuitamente un numero predefinito di articoli, poi dovranno pagare una certa somma se vorranno continuare a leggere le notizie di quella particolare fonte.

Il problema con Apple era relativo al fatto che l’azienda chiede il 30% delle entrate derivanti da qualsiasi acquisto effettuato in-app da parte degli utenti. Facebook, però, al momento non prende alcuna somma di denaro dai paywall attivati dagli editori, e quindi si sarebbe trovata a dover pagare ad Apple somme che non aveva mai incassato. Non sono stati forniti i dettagli dell’accordo, ma sappiamo che le sottoscrizioni per gli editori saranno attivabili anche su iOS a partire dal 1 ° marzo.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Neu

    Facebook è destinato a fallire. Mark è consapevole di ciò e per fortuna ha comprato Instagram, il social migliore al momento.
    Prima o poi occorrerà una rivoluzione nel mondo dei social, dato che stiamo cadendo sempre di più nello squallore generale… un pò come accadde ai tempi dei vari MSN ecc… Facebook fu la rivoluzione

  • MAX20

    Concordo

  • Delafuerte

    “Facebook è destinato a fallire”

    Faccio lo screenshot e poi ne riparliamo quando Facebook sarà usato anche come curriculum personale! :-)))

  • papau

    Io per il momento ho provveduto a cancellarmi quasi un anno fa.

  • Neu

    Facebook ha avuto il suo boom e ora è in fase calante. Sempre meno persone lo utilizzano per due semplici motivi:
    Quando è nato Facebook il fulcro della vita digitale era il PC, ora è lo smartphone, due realtà differenti. Instagram, per esempio, non avrebbe avuto successo su PC, mentre è il social cucito su misura per un cellulare.
    Se facebook vuole sopravvivere deve cambiare, altrimenti farà la fine di MSN, MySpace e via dicendo. Facebook è ancora troppo ancorato al mondo PC. Infatti l’esperienza d’uso ottimale di Facebook la si ha usando un computer, non uno smartphone (l’app di Facebook è una schifezza)

    In secondo luogo la qualità dei contenuti: Facebook è una pattumiera a cielo aperto praticamente. Tant’è che il trash ha trovato terreno più che fertile (vedasi tutte le varie pagine che nascono e si moltiplicano ogni giorno).
    Ora come ora se voglio dei contenuti di qualità mi affido a Twitter (secondo me Social spanne sopra a Facebook) e se voglio svagarmi, ossia mi interessa solo vedere un qualcosa di nuovo, uso Instagram.
    Facebook lo tengo solo come ricorda compleanni e per questioni di reperibilità maggiore, se sparisse dall’oggi al domani non farebbe differenza per me, e penso anche per moltissime persone

  • Neu

    Io resto registrato per una questione di reperibilità, ma per il resto non lo uso più

  • ShakyBoy

    Beh è la verità
    Ormai nessuno usa più Facebook soprattutto tra i giovani
    Si usa instagram e non si condividono più post ma stories

  • Fabio

    Tutto è destinato a fallire, anche Apple… la differenza la fa quando accadrà. Con miliardi di utenti la cosa non potrà essere così repentina.

  • Fabio

    Sono piuttosto d’accordo con te su come giudichi Facebook e trovo anch’io più interessanti Twitter o Snapchat (di cui Instagram è diventato una semicopia) ma la sua leadership è ancora granitica e credo che per un po’ crescerà ancora.

  • Neu

    Assolutamente. Tuttavia nel caso di Facebook la monetizzazione è strettamente legata al numero di utenti attivi, a differenza di una società come Apple (vendendo meno, ossia avendo meno “utenti” a guadagnato di più).
    Di sicuro Facebook non chiuderà dall’oggi al domani, quello nessuno lo mette in dubbio, tuttavia i segni di una crisi ci sono tutti (meno popolarità del social, utenti che migrano verso altre piattaforme e via dicendo)

  • Delafuerte
  • Babi

    Fossero sante le tue parole!!😇

  • Max

    … magari, amico mio, facebook fallisse! …. magari… ma, dal momento che prima o poi tutto passa, bisogna vedere se fallirà prima facebook o prima l’umanità … 😐