Scarface – La recensione di iPhoneItalia

09 maggio 2012 di Denis Dosi in Applicazioni App Store, Giochi, push, Recensioni

Da poco tempo è stato pubblicato sull’App Store il gioco ufficiale di Scarface, in seguito ad una serie di test siamo pronti a scrivere la recensione completa made in iPhoneItalia.

Scarface™ (AppStore Link)
Scarface™Fuse Powered Inc.Categoria: Giochi

Il gioco nasce come uno dei tanto amati/odiati freemium distribuiti gratuitamente, ma che pongono delle limitazioni all’esperienza utente. Come nella maggior parte dei titoli del settore, il vostro compito sarà quello di creare un impero costruendo edifici, riscuotendo il pizzo e castigando i membri di altre cosche mafiose. Essendo un software ispirato ad un film, molte volte avrete l’occasione di rivivere scene presenti nella pellicola cinematografica, incluse vignette e dialoghi appartenenti alla stessa; è indubbio sottolineare come nel corso dell’esperienza impersoniate il celeberrimo Tony Montana alle prese con l’espansione del proprio business all’interno della cittadina.

Come precedentemente specificato, il vostro compito sarà quello di costruire edifici, riscuotere denaro, eseguire spedizioni punitive e molto altro. Per raggiungere gli obbiettivi avrete la necessità di spendere il denaro che acquisirete ogni qualvolta riscuoterete il pizzo o completerete una missione; è importante sottolineare come effettivamente il denaro che guadagnerete sarà sufficiente per giocare nel migliore dei modi. Le difficoltà arrivano con “i prodotti”, infatti per velocizzare la costruzione di edifici o determinate azioni, è possibile utilizzare “dei prodotti” che però difficilmente riuscirete a guadagnare nel corso dell’esperienza; ecco allora che potrebbe essere necessario attendere un determinato periodo di tempo prima che venga costruito un edificio o quant’altro.

L’altra limitazione è imposta dalla “Forza”, infatti ogni qualvolta eseguirete un’azione, quale può essere lo sparare ad un nemico, parlare con una persona, riscuotere il pizzo e altro, spenderete delle energie (visualizzate nella parte alta della schermata) che potranno essere recuperate con il tempo. Essendo un titolo freemium, naturalmente ci saremmo aspettati tali limitazioni all’esperienza e, per aiutare coloro a cui non piace aspettare, gli sviluppatori hanno naturalmente introdotto delle in-app che permetteranno di acquistare “prodotti” o recuperare più rapidamente le energie.

All’inizio della partita non avrete l’opportunità di costruire tutti gli edifici, infatti il gioco è organizzato in una serie di livell (posti nella parte bassa della schermata) che vi permetteranno di sbloccare determinati elementi da utilizzare nella partita. Il gameplay è assolutamente semplice ed intuitivo, la grafica è abbastanza scarsa, ci saremmo sicuramente potuti aspettare di meglio. Questo perché i dettagli non risultano essere ben definiti ed i colori non troppo vivi.

In conclusione Scarface è una discreta applicazione, anche se data la grande importanza del film, speravamo in un qualcosa di più interessante ed innovativo. Gli aspetti positivi sono senza dubbio i richiami alla pellicola cinematografica ed un sistema di gioco veramente semplice; dall’altro lato della medaglia abbiamo un titolo che non introduce nulla di nuovo, infatti tale tipo di esperienza l’abbiamo già potuta provare nel gioco ufficiale dei Simpson o anche in quello dell’Era Glaciale.

Per i suddetti motivi vogliamo consigliare Scarface agli amanti della pellicola cinematografica e dei titoli freemium, viceversa si potrebbe tranquillamente evitare in quanto non introduce nulla di nuovo se non nei personaggi e nell’ambientazione. L’applicazione qui descritta è disponibile gratuitamente sull’App Store.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.

L'utilizzo del contenuto di questo articolo è soggetto alle condizioni della Licenza Creative Commons. Sono consentite la distribuzione, la riproduzione e la realizzazione di opere derivate per fini non commerciali, purché venga citata la fonte.