Nosferatu – La recensione di iPhoneItalia

08 aprile 2012 di Denis Dosi in Applicazioni App Store, Giochi, Recensioni

Nosferatu è uno dei tanti endless game nati sull’onda di Jetpack Joyride, esso sarà in grado di introdurre qualcosa di nuovo?. In seguito a vari test siamo pronti a scrivere la recensione completa made in iPhoneItalia.

Nosferatu - Run from the Sun (AppStore Link)
Nosferatu - Run from the SunSmuttlewerk InteractiveCategoria: Giochi

Nosferatu è un endless game sbarcato sull’App Store da circa 1 mese, recentemente esso ha subito un aggiornamento dedicato alle festività pasquali in cui sono stati introdotti una serie di premi aggiuntivi ed importanti migliorie all’esperienza stessa. Quando dobbiamo affrontare la recensione di un titolo di questo tipo, naturalmente ci viene da pensare che la nascita di un particolare modo di giocare sia dovuta al precursore quale è stato Jetpack Joyride, pertanto a molti utenti potrebbero apparire tutti uguali in quanto effettivamente non introducono nuove caratteristiche o funzionalità. Effettivamente Nosferatu non si allontana dalla moltitudine, ma vediamolo assieme!.

All’avvio dell’applicazione venite accolti da un menù veramente semplice ed intuitivo, nello specifico per avviare la partita basterà cliccare Gioca ed iniziare a muovere il piccolo vampiro. Parallelamente, trovate la possibilità di condividere i risultati su Facebook, accedere alla sezione Negozio dalla quale acquistare particolari abilità utilizzando le “monete” acquisite nel corso dell’esperienza di gioco (esistono anche le in-app per comprare tale denaro), accedere al Game Center per verificare i risultati degli amici e i premi conquistati, modificare determinate impostazioni e scoprire quante “Uova Pasquali” siano nascoste all’interno dei vari schemi.

La giocabilità è veramente semplice ed intuitiva, il vostro compito naturalmente è quello di cercare di arrivare il più lontano possibile evitando che il personaggio cada dai tetti o in voragini del terreno. Per questo motivo dovrete saltare sfruttando le abilità del doppio/triplo salto e conquistare il maggior numero di punti possibili. Nel corso della partita incontrerete anche una serie di personaggi che vi permetteranno di moltiplicare i punti conquistati, per ottener un simile risultato sarà necessario non fermare la corsa e trasformarli in nuovi amici. In alcune occasioni il piccolo vampiro verrà sbalzato nei cieli e dovrete volare trascinando il dito sullo schermo. Indipendentemente da tutto, nel momento in cui cadrete dal tetto la partita sarà terminata; per questo motivo prestate la massima attenzione perché non avrete più opportunità.

L’aspetto grafico risulta essere carino, ma non eccezionale. Noi tutti conosciamo le grandissime potenzialità dei retina display ed effettivamente avremmo potuto sperare in un qualcosa di più accettabile. E’ doveroso notare come l’applicazione sia distribuita in maniera completamente gratuita, questo non vuole essere un’attenuante, tuttavia è notevole come la qualità possa essere simile (se non superiore) ad altri titoli distribuiti a prezzi molto maggiori.

In conclusione Nosferatu possiamo ritenerlo un buon gioco, in linea con le aspettative del settore. Sfortunatamente esso non introduce nulla di nuovo in una tipologia di giochi che è già stata spremuta sino all’osso; indubbiamente il titolo è veramente simile a Blot, Air Jump e molti altri. Per i suddetti motivi possiamo consigliarlo a coloro che amano gli endless game, ma anche a chi vorrebbe avvicinarsi a questi giochi senza spendere un centesimo o provare un qualcosa di diverso dal famoso Jetpack Joyride.

L’applicazione qui descritta è disponibile gratuitamente sull’App Store.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.

L'utilizzo del contenuto di questo articolo è soggetto alle condizioni della Licenza Creative Commons. Sono consentite la distribuzione, la riproduzione e la realizzazione di opere derivate per fini non commerciali, purché venga citata la fonte.