iPhone francese, sbloccato solo a metà?

16 dicembre 2007 di Marco Bernardi

Gli iPhone sbloccati venduti in Francia lo sono solo per metà? La domanda ce la si deve porre dopo che iPhone Atlas ha pubblicato una notizia che potrebbe segnare la fine delle speranze di diversi utenti di attraversare le Alpi per comprare un cellulare Apple privo del Sim-Locking. Secondo iPhone Atlas, un sito parte della galassia di C/net, infatti, lo sblocco “legale” attuato da Apple e Orange sui telefoni venduti in Francia di fatto sarebbe valido unicamente per le schede Sim vendute sul mercato locale; se si utilizza una scheda estera l’iPhone resterebbe muto.

La ragione di questa mutilazione dello sblocco, se verificata, sarebbe facile da intuire: Apple ha deciso di soddisfare la legge francese che proibisce la vendita di un bene come necessariamente connesso ad un servizio, ma nello stesso tempo impedisce la proliferazione di un mercato parallelo dei telefoni sbloccati. Poiché l’iPhone francese “universalizzato” non opera con Sim, ad esempio, del Regno Unito, Spagna, Francia o Italia, chi risiede in questi paesi e desidera utilizzarne uno è di fronte solo a due strade: stipula un contratto con un gestore mobile francese (e paga il roaming internazionale) oppure deve sbloccarlo con uno dei tanti sistemi forniti da hackers o aziende specializzate.

Per altro verso, come riferito a Macity da diverse fonti, acquistare un iPhone francese anche sbloccato da usare in Italia, Sim o no, non è così semplice visto che si deve disporre di un account iTunes francese per attivarlo. E disporre di un account francese significa anche avere un indirizzo di fatturazione francese, cosa che certo non si acquista nel negozio dove ci si reca a comprare il telefono.

Fonte macitynet

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS.