Scopriamo la modalità “Slow Sync” di iPhone 8 e iPhone X per migliorare le foto scattate con il flash

06 ottobre 2017 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

L’iPhone 8 e l’iPhone X integrano una nuova funzionalità con doppio flash chiamata “Slow Sync”, in grado di migliorare la qualità delle immagini quando si scatta una foto con flash attivo. Ecco il risultato.

Su iPhone 8 e iPhone X, ogni fotocamera ha un otturatore tra l’obiettivo e il sensore. Come spiega AppleInsider, questo otturatore rimane chiuso come una palpebra e si apre solo per fare luce sulla foto. Per impostazione predefinita, la maggior parte delle foto vengono automaticamente catturate con una elevata velocità dell’otturatore, il che significa che tale otturatore si apre solo per una frazione di secondo prima di richiudersi. L’otturatore si aziona così velocemente per catturare la luce in quel preciso istante, bloccando i movimenti per una foto molto nitida.

Quando invece si ha una bassa velocità dell’otturatore, questo rimane aperto per un periodo di tempo più lungo: il movimento non sarà più bloccato finchè non viene catturata la luce in tutto il tempo in cui l’otturatore rimane aperto. Il problema delle foto scattate con otturatore a velocità bassa è che l’immagine può risultare sfocata, sia nel movimento del soggetto, sia per un semplice movimento delle mani delle persone che sono all’interno della foto. Chiaramente, i fotografi più bravi sanno sfruttare questa impostazione per realizzare foto particolari.

Le fotocamera più avanzate permettono anche di impostare manualmente l’otturatore per scegliere il tempo di apertura, che può arrivare anche a ore per continuare a prendere ogni bit di luce e abbinarlo in una foto. Questo metodo è utilizzato per creare splendide immagini di una notte stellata.

Ora è il momento di aggiungere il flash in questo mix. Ci sono due metodi di sincronizzazione del flash: rear curtain e front curtain. Ad esempio, se l’otturatore rimane aperto per mezzo secondo, la froant curtain innesca il flash non appena l’otturatore è aperto e lo mantiene aperto per quel mezzo secondo. La rear curtain lampeggia poco prima che l’otturatore si chiude.

Abbiamo poi l’esposizione, che determina come l’immagine apparirà quanto viene acquisita dalla fotocamera: più scura o più chiara. Se non si utilizza il flash in un ambiente scuro, ad esempio di notte in un paesaggio, la fotocamera può esporre correttamente l’immagine. Ma se di dispone di un soggetto in primo piano, l’immagine potrebbe risultare troppo scura. Per vedere correttamente il soggetto in primo piano è necessario attivare il flash. La fotocamera regolerà l’esposizione in modo che, quando il flash si spegne, il soggetto viene esposto correttamente e non si trasformi in qualcosa di troppo luminoso. Con questa tecnica, però, è che lo sfondo dietro diverrà molto più scuro, rendendo impossibile notare i dettagli del paesaggio dell’esempio.

Qui entra in gioco il nuovo flash Slow Sync presente su iPhone 8 e iPhone X. La fotocamera sa che verrà attivato il flash, per questo motivo regolerà l’esposizione per scurirla. L’otturatore si apre, ma rimane aperto invece di chiudersi rapidamente. Poco prima di chiudersi, il flash si spegne e blocca l’immagine. Dal momento che l’otturatore è rimasto aperto per più tempo, riesce a catturare più luce sullo sfondo, rendendo l’intera immagine più luminosa. Inoltre, con questa tecnica riesce anche a dare più luce al soggetto in primo piano. Ora, combinando uno sfondo più luminoso con un soggetto meno luminoso, la foto in generale sembra illuminata in modo nettamente migliore.

In caso di movimenti, il flash riesce a coprire qualsiasi sfocatura grazie all’ultimo split-split dell’immagine. Lo sfondo può sembrare sempre un po’ sfocato, ma di solito non è lì che cade l’attenzione, visto che c’è un soggetto in primo piano. Inoltre, anche con questa sfocatura dello sfondo il risultato può essere anche migliore in alcuni casi. Se, invece, si vuole catturare uno sfondo nitido e senza sfocature, bisogna trovare uno sfondo dove non ci sono movimenti (ad esempio auto) e chiedere al soggetto di rimanere completamente fermo.


Cosa ne pensate?

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Raffaele Trischitta

    Ma sicuri che c’è pure sull’8 e non solo sul Plus? Sul mio 8 non vedo questa funzionalità…

  • Leonardo Moncelli

    Il video è molto confuso. Confonde 2 tecniche di flash. La sincronizzazione in alta velocità con la sincronizzazione lenta. La prima è quella che si vede in alto nel diagramma, e che consiste nel far funzionare un flash come luce continua (facile con i flash led, difficile con i flash xenon) e quindi poter usare anche i tempi rapidi di esposizione dove di fatto i movimenti delle 2 tendine si sovrappongono e non esiste un momento dove il sensore è esposto integralmente. La seconda è lo slow sync, che non è ben rappresentata nel diagramma. In basso si vede piuttosto una foto fatta col tempo massimo di sincronizzazione di una macchina (Syncro X). Lo slow Sync è un’altra cosa… Ovvero aprire l’otturatore e lo lascia aperto per esporre correttamente la scena senza flash, ma nel frattempo spara un flash di moderata potenza per schiarire il soggetto principale, che deve essere vicino alla fonte di luce…

  • Abimbola Danjuma

    Si è presente su entrambi, non appare come un’opzione, scatta in questo modo già di suo. L’ho testato personalmente sul mio 8, inoltre anche sul sito di Apple è segnata questa funzione per entrambi

  • Dave

    Le foto col flash non mi sono mai piaciute