Tim Cook parla di ARKit, iOS 11 e dei nuovi iPhone 8 e iPhone X a Good Morning America

19 settembre 2017 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Il CEO di Apple Tim Cook ha parlato di iOS 11, iPhone 8, iPhone X e tanto altro durante un’intervista con Robin Roberts della seguitissima trasmissione Good Morning America.

iOS 11 e ARKit

Dopo aver mostrato il video demo dell’app IKEA Place che sfrutta proprio ARKIt, Tim Cook ha parlato delle potenzialità di questa tecnologia: “Stiamo prendendo le cose complesse e le stiamo rendendo semplice. Questo è ciò che Apple fa ed è fantastico. Abbiamo consentito agli sviluppatori di creare app che sfruttano la realtà aumentata in un modo così semplice che fino a qualche mese fa sembrava impossibile. Ora si possono trasformare tutte le app in un’esperienza AR. In un solo giorno, renderemo disponibili app AR a centinaia di milioni di persone. E questo accadrà tra poche ore, quando sarà disponibile iOS 11!“.

E aggiunge: “Questo sarà un giorno da ricordare. E’ un giorno importantissimo“.

Face ID

Cook ha negato che il Face ID presente su iPhone X viola la privacy dell’utente, in quanto tutte le elaborazioni e le acquisizioni delle immagini rimangono nel telefono e non vengono inviate ad Apple: “Noi difendiamo la tua privacy. Vogliamo proteggere i tuoi dati in qualsiasi circostanza”.

iPhone X

La Roberts ha chiesto delucidazioni sul tasto Home, alludendo anche al fatto che in due anni Apple ha eliminato prima il jack per le cuffie (che lei tanto amava…) e ora l’Home button. Queste le parole di Tim Cook: “Pensiamo che le persone trarranno più benefici dall’utilizzo di uno schermo più grande, rispetto a quelli del tasto Home. So che il tasto Home è amato da tante persone, ma un display più grande sarà apprezzato ancora di più“.

E sul prezzo dell’iPhone X, definito dalla Roberts “fuori dalla portata per molte persone“, Cook ha dichiarato che si tratta del giusto costo per la tecnologia inclusa in questo dispositivo: “Non credo che il prezzo di 999$ sarà un problema. Un Galaxy Note 8 costa 939$, solo 60 in meno rispetto all’iPhone X“.

Steve Jobs

La Roberts ha poi parlato dello Steve Jobs Theater, suscitando la risposta emozionata di Tim Cook: “Quando sono entrato quel giorno nel teatro e potuto sentire la presenza di Jobs. Il suo DNA è dentro il DNA di Apple e lo sarà per sempre. La sua visione per i prodotti è ancora viva in azienda e il nostro obiettivo rimane sempre quello di realizzare i prodotti migliori per i nostri clienti”. 

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • smn82

    Se avessero voluto avrebbero inserito sotto lo schermo il touch ID e avrebbero evitato di mettere quei 200 sensori sul quel bordo inguardabile. Sarebbe stato perfetto..

  • Stefano

    Quella del galaxy è una risposta idiota. Il prossimo Galaxy costerà 999 dollari quindi iPhone potrà costare 1060 $? Questo signore non ha la mia stima…

  • nicola marazzi

    Io trovo più comodo il faceID.. pensa ai problemi che si hanno ogni tanto con il touchID che risolve il faceID:
    1-l’utilizzo dei guanti
    2-il touchID spesso fallisce perché le dita sono umide o bagnate.. quindi prova a pensare ad un sensore integrato sotto allschermo che per farlo funzionare dobbiamo prima ripulire lo schermo dall’onto delle nostre dita o dal bagnato.

    Ovviamente è ancora tutto da provare ma per adesso vedendolo così mi sembra tutto molto più veloce.

  • smn82

    Fidati che l’abbandono di touch ID si farà sentire….

  • Andrea

    Si, fidati di smn82. Lui la sa molto più lunga di Apple!

  • Si, se quest’ultimo è superiore.
    Apple crede che il nuovo iPhone X sia di gran lunga il miglior smartphone sul mercato. Ha integrato tecnologie e funzioni a suo dire “mai viste prima”.
    Inoltre la qualità dei materiali e le finiture del nuovo X lo rendono senza ombra di dubbio un dispositivo “di valore”.
    Tutto questo fa sì che, agli occhi di Apple, iPhone X abbia tutte le carte in regola per costare e dover costare più della concorrenza.
    Il paragone con il Note è sarcasmo puro….della serie “se davvero c’è gente disposta a pagare 940$ per il Note figuriamoci le code che ci saranno per acquistare il nostro iPhoneX che è anni luce superiore al Note”.
    Poi alla fine ognuno fa le proprie scelte, nessuno obbliga a comprare iPhone e tantomeno iPhone X. Non è una tassa obbligatoria per cui solo i risultati delle vendite diranno se il prezzo incontra il favore del mercato oppure no e le vendite saranno, per la prima volta, deludenti.
    Io la penso come Cook e credo che iPhone X sarà l’iPhone più venduto di sempre.