Mynt smart tracker, l’accessorio che ti fa ritrovare gli oggetti (e non solo)

05 agosto 2017 di Giuseppe Migliorino (@GiusMigliorino)

Slightech porta anche in Italia il suo smart tracker Mynt, che si contraddistingue per il design curato e un’app davvero completa nelle sue funzioni.

Nella confezione dalle piccole dimensioni e molto curata troviamo il tracker, una batteria di scorta, l’anello per le chiavi, un laccio, due adesivi e il manuale d’istruzioni.

La prima configurazione è semplice: basterà installare l’app (utilizzando anche l’apposito codice QR che trovate sul retro della confezione), togliere la linguetta di sicurezza dal tracker, attivare il Bluetooth su iPhone, aprire l’app e seguire i semplici passaggi indicati a schermo.

Dall’app si può impostare la modalità di utilizzo, come ad esempio “chiavi”, “portafoglio”, “borsa”, “auto”, “passeggino”, “animali”, “zaino”, “valigia” e “trolley”. L’app si occuperà anche di eventuali aggiornamenti firmware del Mynt, scaricandoli e installandoli.

A livello di design, il Mynt è uno dei migliori tracker in commercio. Di piccole dimensioni (5,1 x 2,5 x 0,3 cm cm – peso 14 grammi), si può inserire nel portafoglio, collegare alle chiavi o nascondere in auto o nei vestiti senza alcun tipo di problema. E può essere anche utilizzato come targhetta per i nostri animali domestici. Al centro troviamo l’unico tasto e un LED di stato. Sul lato troviamo anche l’altoparlante che permette di ritrovare facilmente un oggetto nelle vicinanze.. Ottimi anche i materiali utilizzati, un mix tra plastica e alluminio.

Ma cosa fa questo smart tracker?

Una volta configurato il sistema, l’applicazione Mynt su iPhone ci avviserà immediatamente se l’accessorio si sta allontanando dall’area prestabilita o se non ci stiamo allontanando da esso.

Il sistema di allarme genera avvisi in tempo reale. Sull’app possiamo visualizzare l’indicatore di distanza e il luogo esatto dell’ultima posizione conosciuta. Inoltre, possiamo usare il Mynt per ritrovare gli oggetti o lo stesso iPhone: dall’app, basterà premere sull’apposito tasto per far suonare il Mynt e ritrovare l’oggetto a cui è attaccato; allo stesso modo, possiamo premere sul tasto del Mynt per far suonare l’iPhone che non riusciamo a ritrovare.

Con gli adesivi in dotazione possiamo collegare il Mynt a qualsiasi oggetto, compresi i nostri eventuali MacBook:

La parte posteriore del Mynt è infatti piatta e con un foro: questo consente di attaccarlo, collegarlo o agganciarlo a tutti i gli oggetti preziosi.

Mynt permette anche di individuare l’auto più facilmente in un parcheggio. L’applicazione registra automaticamente la posizione e fornisce una mappa facile da usare e con tanto di indicazioni stradali.

In caso di perdita di un oggetto, può arrivare in aiuto la community di Mynt: quando viene segnalata la perdita di un oggetto nella app, tutti gli utenti Mynt del mondo ti aiuteranno a trovarlo. Ciascun telefono con l’applicazione installata può infatti rilevare il Mynt perso entro 40 metri. L’app può essere utilizzata sia da iPhone che da Android e Mac.

Oltre alle funzioni di tracker, questo accessorio può essere utilizzato anche per altri scopi. Ad esempio, come telecomando del Mac per gestire le presentazioni Keynote o PowerPoint, ma anche come controller per scattare a distanza una foto su iPhone. Inoltre, tramite app per iOS si può anche gestire la riproduzione musicale cambiando brani a distanza.

Si tratta quindi di un accessorio ben fatto, dal design curato e molto utile per chi vuole tenere sempre sotto controllo i propri oggetti preziosi o le chiavi di casa, ma anche i bambini più piccoli e gli animali domestici. Mynt si acquista su Amazon al prezzo di 19,45€.

Per restare sempre aggiornato sul tema di questo articolo, puoi seguirci su Twitter, aggiungerci su Facebook o Google+ e leggere i nostri articoli via RSS. Iscriviti al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!

REGOLAMENTO Commentando dichiari di aver letto e di accettare tutte le regole guida sulla discussione all'interno dei nostri blog.
  • Ste

    C’è realmente una persona che non trova un cane, un passeggino, una auto nei 10 metri di copertura Bluetooth ???

    Meraviglie

  • Daniele.G

    Lascio un altro iPhone in auto
    E con trova amici la ritrovo pure in Bangladesh

  • Roberto

    Me ne hanno regalato 2 molto simili quando ho acquistato la nuova MINI Coutriman a mia moglie, la loro utilità è praticamente pari a zero, dopo averci gicherellato per un po’ li ho messi in fondo ad un cassetto e fino ad oggi me ne ero persino dimenticato.

  • Stefano

    Eppure i fan li comprano sai. Sia mai che il mio cane se lo chiamo e sta a 10 metri non mi risponde.

  • MS86UK

    Lo trovo piu’ un capriccio che un’utilita’…

  • Tonino

    I veri localizzatori sono quelli gps con scheda sim all’interno.

  • Max

    Milioni di produttori dello stesso prodotto vestito in altrettante maniere, tutti con la loro PERSONALE piattaforma di rintracciamento che dovrebbe aiutare a localizzare il tracker quando va fuori portata Bluetooth…ma a nessuno di questi produttori è venuto in mente che questa frammentazione rende inutili i loro prodotti? Se almeno istituissero un consorzio e concordassero uno standard comune a tutti i tracker per la piattaforma di localizzazione, renderebbero davvero funzionale e utile il rintracciamento di oggetti o animali usciti fuori dal raggio di portata Bluetooth.

  • board90

    Se pensi che riescono a vendere anche bracciali (in tessuto senza batteria, senza gps, senza sim) con su scritto un codice con su scritto cosa fare in caso di ritrovamento..lasciamo perdere 🙁